domenica 27 ottobre 2013

Il DNA non è solo chimica! Si tratta di un campo e un portale (o Mamma!)


Luc Montagnier, premio Nobel per la Medicina nel 2008, che ha scoperto l’ipotetica capacità del DNA di inviare una sorta d’impressione elettromagnetica di se stesso ai fluidi e alle cellule, ha concluso un’esperienza che è la prova evidente di un " teletrasporto quantistico del DNA”. Tal esperienza continuerà, per il momento, nei laboratori del team di Montagnier, fino a quando la loro ricerca sia pubblicata sulle riviste scientifiche. Oltre ai risultati del teletrasporto quantico, il ricercatore avrebbe scoperto che certi enzimi possono ricreare DNA usando lo imprinting elettromagnetico. Jeff Reimers, dell’Università di Sydney, afferma che, se gli esiti di quest’esperimento risultassero concreti, una tale scoperta avrebbe rivoluzionato i concetti della chimica moderna, facendo strada tra gli esperimenti più significativi degli ultimi novant'anni. Diversi ricercatori hanno reagito con scetticismo alla notizia, affermando che non vi sono dati disponibili per dimostrare la verità di questa scoperta.

L'energia che è invisibile, apparirà con le nuove tecnologie!

Kryon-2010: C’è molto più nel DNA di quanto la scienza veda, e dubitiamo che la scienza riuscirà mai a vedere ciò che sto per dirvi. Il vostro DNA ha delle componenti e delle caratteristiche che, semplicemente, sono invisibili nelle 3D. In passato vi ho detto che quel che al momento sfugge agli sforzi della scienza, ciò che in realtà cambierebbe tutto, è uno strumento che dovrebbe misurare un campo interdimensionale. Una volta che questo strumento o scenario sarà stato sviluppato, e lo sarà, sarà ciò che avrete di più vicino a provare tutto quello di cui vi stiamo parlando. Nel momento in cui questo strumento verrà impiegato nelle diverse cose del pianeta, compresa la biologia Umana, la scienza avrà una rivelazione, in ogni campo. Apparirà l’energia non visibile, o almeno mostrerà la sua ombra. Sarà allora una cosa reale, dove al momento è solo una congettura.
L’interdimensionalità è qui oggi in moltissimi modi. La gravità è una forza interdimensionale. Il magnetismo è una forza interdimensionale. Anche la luce ne ha le componenti... ora per voi sono tutte cose invisibili e inspiegabili. Tuttavia, come molte altre cose, ve ne servite ogni giorno e anche il vostro corpo ne fa parte.
 Vorrei spiegarvi alcune cose per sviluppare quanto ho appena detto. Per farlo, devo fare un ripasso. Ripasserò brevemente ciò che vi ho già detto prima di parlarvi di cose che non avete ancora ascoltato.

Nel DNA ci sono attributi interdimensionali e spirituali che sono quantici.
Per voi e la scienza, il DNA è, nella sua premessa, biochimico. Cioè, quello che avete nel vostro corpo, ciò che credete sia il responsabile della matrice della vita, viene completamente spiegato dalla scienza attraverso processi chimici e biologici. Nel DNA, però, ci sono delle caratteristiche di cui vorrei parlare nuovamente. Nel DNA ci sono caratteristiche interdimensionali e spirituali che sono quantiche. Adesso, la maggior parte della chimica che vedete nel Genoma Umano si trova in uno stato quantico. Anche se la vostra scienza non è al momento in grado di misurare uno stato quantico, e neppure il campo che lo circonda, vi è una prova di questo nell’enigma del Genoma Umano.
Vi abbiamo detto che il vostro DNA porta con sé un’incredibile quantità d’informazioni invisibili e di energia. Noi parliamo del DNA come entità, non della doppia elica chimica. Questo per dire che nel DNA ci sono 100 trilioni di loop, all’opera tutti insieme come un’unica energia che chiamate il “vostro DNA”. Questo gruppo è unico, ed è assolutamente voi al cento percento. Data la sua quantisticità, il DNA può contenere un’importante parte della vostra spiritualità. Il DNA non soltanto contiene la registrazione di tutto quello che siete stati sul pianeta, ma anche il vostro collegamento con Gaia. Contiene tutto ciò che avete fatto e ciò che avete appreso dal punto di vista spirituale in tutte le vostre vite. Queste informazioni sono, letteralmente, impresse dentro di voi.
La saggezza dei secoli è impressa nel vostro DNA, che è quantico e quindi vastissimo.  Non è interessante che ora, che l’umanità ha capito il Genoma Umano, veda quanto è unico? Il DNA è totalmente unico. Nessun Essere Umano ha un DNA uguale a quello di un altro, neppure tra gemelli identici. Soltanto meno del 5% è identica nei gemelli. Ma non lo sono le parti quantiche della codifica non-proteica. Queste sono assolutamente uniche per ogni singolo Umano.

Nel DNA ci sono attributi del frammento di Dio, lo imprinting di chi siamo.
C’è dell’altro. Nel DNA ci sono attributi del frammento di Dio che voi siete. Lo imprinting del Sé Superiore è lì. Il nome angelico con cui io vi chiamo, è lì. Questo nome non è un nome lineare o tale che si pronunci provocando una vibrazione nell’aria; è, piuttosto, un nome che cantiamo nella luce. E quando è pronunciato, vibra di maestà. È la verità! Percepitela! Lo imprinting di chi voi siete, realmente, è lì. Portate con voi frammenti e parti del lignaggio di un altro pianeta e di altre aree dell’Universo. Avete in voi anche l’energia di coloro che vi hanno aiutato depositando il seme della partespirituale dell’umanità (i Pleiadiani). È appropriato. È magnifico. È amorevole. Tutto questo è presente nel vostro DNA e, affinché ci possa essere, deve essere un’energia quantica.
Ora, parliamo nuovamente della biologia 3D. Quando il Progetto Genoma Umano si concluse, tutta la chimica della doppia elica era stata identificata. In questa piccola, piccolissima doppia elica, vennero quindi riconosciute e identificate tre miliardi di parti chimiche. È talmente complessa da avere tre miliardi di parti chimiche. L’impresa, poi, fu quella di identificare ciò che faceva ogni singola parte, e la scienza cominciò a riconoscere l’enormità di ciò che si presentava. Stavano cercando, infatti, ciò che creava più di 23.000 geni Umani. Cercarono, quindi, la codifica lineare delle proteine, così da poter comprendere come funzionavano.

Una delle cose che ci impediscono di vedere uno stato quantico, è il paradigma della nostra realtà tridimensionale.
La scienza ha atteso a lungo prima di vedere “lo schema in azione”, e infine lo videro. Ma ci fu uno shock quando scoprì che era meno del cinque percento del DNA a creare i geni. Infatti, gli scienziati guardavano nella linearità e vedevano la porzione di codifica delle proteine del DNA. Questa piccola parte creava i geni, e il resto sembrava casuale, perfino caotico. Più del novanta percento del DNA sembrava buttato là, alla rinfusa, e inutile. Sembra casuale, perché non si può scoprire nessuna linearità in una vera realtà quantica, proprio nessuna. Una delle cose che v’impedisce di vedere lo stato quantico è il preconcetto lineare che avete nella vostra realtà 3D. Così voi fissate attentamente qualcosa che è quantico, solo che per voi ciò che potrebbe essere, risulta invisibile. Questa caratteristica di casualità del DNA non dovrebbe essere presa alla leggera, perché la scienza sta cercando qualcosa che non è spiegabile. Immaginate, il novanta percento del DNA sembra non fare nulla! I biologi lo sanno bene, solo che non c’è spiegazione.

Vi riveliamo adesso alcune cose che dovete sapere, e molte saranno infine confermate. Quando lo saranno, ricorderete dove le avevate sentite.
Il DNA è qualcosa di ben più grande di quanto immaginate ed è solo oggi che la scienza sta cominciando a riconoscere che il novanta percento del DNA che sembra casuale può non essere affatto un linguaggio o un codice. Potrebbe essere, invece, ciò che potrebbe essere chiamato una chimica influente, una chimica che in qualche modo modifica o configura quel cinque percento che è il motore dello schema genetico. La cosa ironica è che questo è esattamente ciò che succede, ma non nel modo in cui la scienza lo sta osservando.
Il novantapercento del DNA è il riflesso della vostra spiritualità. Il Registro Akashico, il Sé Superiore, quello che voi cercate e chiamate “portale per l’altro lato” si trova lì. Queste cose, nello stato quantico, non sono per nulla chimiche. Pensate a tutti gli elementi chimici insieme come a un ponte, una specie di canale, un portale o un indicatore quantico verso qualsiasi cosa. Invece di pensare in modo lineare che il vostro Sé Superiore sta in un compartimento o una casella, pensate a un passaggio. Se poteste andar là e vedere lo stato quantico, entrereste in un canale che vi porta verso qualsiasi cosa. Capite, quindi, che questo ponte chimico 3D/quantico è un sacro influenzatore  del genoma, è molto grande e contiene la maggior parte delle informazioni dello schema di vita dell’Umano.

Il cervello non è il centro della coscienza
Ora parleremo del DNA come non ne abbiamo mai parlato in passato. Desideriamo che questo sia pubblicato e faccia parte della raccolta che il mio partner sta mettendo insieme. È ora il momento che conosciate il resto della storia. La scienza considera il cervello come il centro della coscienza, ma non lo è. Il cervello, l’insieme neurologico più altamente organizzato che potete vedere, è una tale complessità di sinapsi per cui sembra dover essere, quindi, il responsabile di quella che è chiamata la coscienza Umana. Non è così. Il cervello è soltanto lo strumento 3D che risponde al novanta percento del DNA quantico. È lo strumento in cui avvengono le sinapsi ed è incredibilmente complesso. Il cervello, tuttavia, è soltanto il ricevitore delle informazioni e crea i segnali elettrici che trasmettono le istruzioni, così come vengono influenzate dal DNA.
Cento trilioni di parti di DNA lavorano insieme e comunicano come una cosa sola. Ve ne rendete conto? La scienza non sa come succede e il collegamento di comunicazione che va dalla testa all’alluce ha uno scopo. È il cervello? No. È l’insieme di tutto il DNA che crea l’Essere Umano. Il DNA “sa”. È un tutt’uno. Questo non lo troverete nei vostri libri di medicina, ma completa un grosso anello mancante a cui la scienza non dà nessuna credibilità. Il DNA comunica con se stesso! Ha una “mente” e “sa” ciò che succede in ogni parte del vostro corpo.
La nuova informazione è che il DNA vi circonda di un “campo” interdimensionale. È questo campo a essere la vostra coscienza, non il vostro cervello. Quello che il vostro cervello fa è in tandem con il DNA. Il cervello sogna... lo fa lui? Le sinapsi sono lì a dimostrarlo e nel vostro sonno più profondo, il sonno REM, compaiono molte cose complesse. Queste cose sono tutte nel vostro DNA, elaborate dal vostro cervello. Il DNA fornisce, quindi, anche le istruzioni e influenza l’attività onirica del vostro cervello. Queste sono cose difficili da spiegare, dato che non stiamo parlando di cose lineari ma di qualcosa di quantico.

Noi sogniamo in uno stato quantico - QUI VEDRETE DELLE BELLE!
Tutti voi sognate in uno stato quantico. Questo è il motivo per cui non c’è linearità e le cose non sempre hanno senso. Nei vostri sogni sono insieme chi è già morto e chi è ancora vivo, e si guardano l’uno con l’altro. I sogni non hanno senso perché non sono in una realtà a cui siete abituati. È il vostro DNA che comunica... il Registro Akashico si fa avanti e fa girare i “nastri” (tapes) nel vostro cervello. La scienza non lo riconosce perché non riesce a vedere il campo, ma il DNA è la coscienza Umana e il cervello è soltanto lo strumento 3D delle sinapsi che forniscono il ponte alla vostra realtà.
«Kryon, c’è prova di questo?» Oh, sì. Davvero molte. Quando un Essere Umano ha un incidente e la sua spina dorsale resta danneggiata, il corpo rimane immobile. In questo stato paraplegico non riesce più a muoversi – non un dito, neppure l’alluce. Però il cuore continua a battere, vero? I reni e gli altri organi funzionano, non è così? Anche l’attività riproduttiva è ancora possibile! Tutto continua ad andare avanti, e voi a scuola avete imparato che il cervello invia dei segnali elettrici lungo la spina dorsale e così il cuore continua a battere, vero? Ebbene, se la spina dorsale è spezzata, cos’è che permette al cuore di continuare a battere? Ve lo dirò: è lo schema del DNA!
Quando il motore delle sinapsi è rotto, il DNA trova altri percorsi e istruisce il corpo a sostenere la forza vitale. Questo è il motivo per cui gli organi continuano, anche se i muscoli non sono più controllabili. Interessante, vero? La prova è là, se guardate. La scienza lo trova curioso. Quindi potreste dire che il DNA è in realtà un cervello esoterico ed eterico che contiene cose che il vostro cervello solito non contiene. Avreste ragione. C’è tutta una serie di attributi spettacolari nel vostro DNA che sono là da vedere, e che la scienza attuale deve perfino ancora notare.


Bisogna capire questo: il DNA è più che chimica! Si tratta di un campo e di un portale. Questi sono i meccanismi dello Spirito. Stiamo iniziando a comunicarvi informazioni avanzate. Alcuni l’hanno attribuito “geometria sacra”. E hanno ragione. Ma è un campo.

martedì 22 ottobre 2013

O DNA é mais do que química! É um campo e um portal (MINHA NOSSA!)


Luc Montagnier, Prêmio Nobel da Medicina em 2008, que descobriu a hipotética capacidade do DNA enviar uma espécie de impressao eletromagnética de si mesmo para fluidos e células, concluiu uma  experiência que é a prova evidente de um "teletransporte quântico do DNA". Tal experiência continuará, pelo momento, nos laboratórios de Montagnier e de sua equipe, até que sua investigação seja publicada nas revistas científicas. Além dos resultados deste teletransporte quântico, o pesquisador teria descoberto que certas enzimas podem recriar DNA, utilizando a impressão eletromagnética. Jeff Reimers, da "Universidade de Sydney, diz que, se os resultados deste experimento fossem concretos, tal descoberta iria revolucionar os conceitos da química moderna, fazendo caminho entre os experimentos mais significativos dos últimos 90 anos. Muitos pesquisadores reagiram com ceticismo à notícia, afirmando que não existem dados disponíveis para provar a verdade dessa descoberta.

A energia que é invisível, aparecerá com as novas tecnologias!

Kryon: Há muito mais no DNA do que aquilo que a ciência enxerga, e é pouco provável que a ciência algum dia veja o que estou prestes a lhes informar. Existem componentes e atributos do DNA que são simplesmente invisíveis na terceira dimensão. Já lhes falei, em outra ocasião, que o que está faltando neste momento nos empreendimentos científicos, e que literalmente mudaria tudo, é um instrumento que possa medir o campo interdimensional. Uma vez que esse instrumento seja desenvolvido – e ele será – vocês terão a prova de tudo o que nós falamos. Porque, no momento em que esse instrumento for utilizado em várias coisas do planeta, inclusive na biologia Humana, haverá revelações na ciência, em todo lugar. A energia que é invisível aparecerá ou, pelo menos, mostrará sua sombra. Então, aquilo que hoje é apenas conjetura passará a ser real.
A interdimensionalidade está presente hoje, de inúmeras formas. A gravidade é uma força interdimensional. O magnetismo é uma força interdimensional. Até a luz tem componentes de interdimensionalidade… todos invisíveis e inexplicáveis para vocês, no momento.
Mas, assim como tantas outras coisas, vocês os utilizam todos os dias, e seus corpos também  fazem parte deles. Deixem-me explicar-lhes algumas coisas, a fim de ampliar o que já lhes transmiti. Recapitularei resumidamente o que lhes transmiti antes, para poder esclarecê-lo melhor e falar sobre coisas que vocês ainda não ouviram.

Existem atributos espirituais interdimensionais no DNA, que são quânticos
Para vocês e para a ciência, a própria premissa do DNA é bioquímica. O que vocês têm no corpo, aquilo que vocês acreditam que seja responsável pelo projeto da sua vida, é totalmente explicável pela ciência através de processos químicos e biológicos. Mas existem atributos no DNA que eu gostaria de discutir novamente. Existem atributosespirituais interdimensionais no DNA que são quânticos. Na verdade, a maior parte da química que vocês podem ver no Genoma Humano, está em estado quântico. Embora a ciência não consiga medir um estado quântico e nem o campo à sua volta, existem evidências disto no quebra-cabeça do Genoma Humano. 
Nós lhes dissemos que o DNA no corpo de vocês carrega consigo uma tremenda quantidade de informação e energia que não são vistas. Falamos do DNA como uma entidade, não como uma hélice dupla química. Isto quer dizer que, em cada um de vocês, todas as 100 trilhões de laçadas de DNA trabalham juntas como uma só energia que se chama “o seu DNA”. Este grupo é único. E tem que ser, porque é, absolutamente, cem por cento, você. Devido à “quanticidade” do DNA, ele pode conter uma grande parte da sua espiritualidade. O DNA contém não só o registro de tudo o que você já foi no planeta, mas também o seu relacionamento com Gaia, a energia consciente da Terra. Ele contém tudo o que você já fez e a espiritualidade do que você aprendeu em cada expressão de vida. Esta informação está literalmente impressa nele. A sabedoria das eras está impressa no DNA. Ela é quântica e, portanto, vastíssima. Não é interessante que agora que a humanidade viu o Genoma Humano,  perceba como ele é único? O DNA é totalmente exclusivo. Não existe nenhum Ser Humano que tenha o DNA igual ao de outro; nem mesmo os gêmeos idênticos.

No DNA estão os atributos da parte de Deus que cada um de nòs somos.
A marca do seu Eu Superior está lá. O nome angélico pelo qual eu lhe chamo, está lá. Esse nome não é um nome na linearidade, nem um nome falado no ar com vibração biológica. É um nome que nós cantamos em luz e, quando falado, vibra com majestade. Esta é a verdade! A marca de quem você realmente è, está lá. Você carrega consigo peças e partes da linhagem de um outro planeta e de outras áreas do Universo. A energia daqueles que ajudaram a semear em vocês a porção espiritual da humanidade (pleiadianos), também está lá. É apropriado. É maravilhoso, é amoroso. Tudo isso está no seu DNA. E para que esteja lá, tem que ser uma energia quântica.

Agora, falemos novamente sobre a biologia tridimensional. Quando o Projeto Genoma Humano terminou, todos os elementos químicos da hélice dupla tinham sido identificados. Naquela minúscula hélice dupla, três bilhões de partes químicas foram então conhecidas e identificadas. A molécula de DNA é tão complexa que possui três bilhões de partes químicas. Assim teve início a tarefa de identificar o que essas partes faziam, e a ciência começou a estudar a enormidade do que estava ali. Os cientistas estavam realmente olhando para aquilo que cria mais de 23000 genes Humanos. Então procuraram as codificações lineares da proteína, para que pudessem entender como essas coisas funcionavam.

Uma das coisas que impedem de ver um estado quântico, é o paradigma da nossa realidade tridimensional
A ciência tinha esperado muito tempo para ver “o plano em ação” e conseguiu vê-lo. Mas o choque veio com a constatação de que menos de cinco por cento do DNA criavam os genes. Na verdade, os cientistas enxergaram a linearidade e viram os códigos na porção de proteína codificada do DNA. Essa pequena porção criava os genes, mas o resto parecia ser aleatório, sem sentido e até caótico. Mais de 90 por cento do DNA pareciam ser confusos e inúteis. Parece aleatório e confuso porque não existe nenhuma linearidade a ser descoberta numa verdadeira realidade quântica – absolutamente nenhuma! Uma das coisas que os impedem de ver um estado quântico é o paradigma de linearidade da sua realidade tridimensional. Assim, vocês realmente olham para aquilo que é quântico, mas o conceito do que ele pode ser, é invisível para vocês. Este atributo de falta de propósito do DNA não podia ser tomado superficialmente, pois a ciência estava procurando por algo que era inexplicável. Imaginem, 90 por cento do DNA pareciam não fazer absolutamente nada! Os biólogos sabiam das coisas, mas simplesmente não tinham nenhuma explicação à mão.

Vamos revelar algumas coisas que vocês precisam saber, muitas das quais acabarão sendo confirmadas. Quando forem, vocês se lembrarão onde as ouviram.
O DNA é muito maior do que vocês pensam, e até mesmo a ciência de hoje está começando a reconhecer que 90 por cento do DNA, que aparentemente não têm sentido, podem não ser, em absoluto, uma linguagem ou código.
Em vez disso, podem ser o que eles chamariam de química influente”, algo que, de alguma forma, modifica ou configura os cinco por cento que constituem o motor do programa genético. A ironia aqui é que isto é exatamente o que acontece, mas não da forma que a ciência está enxergando.
Os 90% do DNA são um reflexo da vossa espiritualidade. O Registro Akáshico, o Eu Superior, aquilo que vocês procuram e chamam de “portal para o outro lado”, está lá… em estado quântico, pois estas coisas de fato não se encontram nas substâncias químicas. Pensem em todas essas substâncias químicas juntas como uma ponte, uma espécie de duto, um portal ou pista quântica para tudo. Em vez de pensarem de uma forma linear, que existe um compartimento ou uma caixa onde seu Eu Superior está, pensem num portal. Se pudessem ir lá e ver o estado quântico dele, vocês entrariam num duto que os leva a tudo que existe. Então, entendam que esta ponte química tridimensional/quântica é um influenciador sagrado do genoma, e é muito grande, contendo a maioria das informações do projeto Humano de vida.

O Cérebro  não é o centro da consciência
Agora, deixem-nos falar sobre o DNA de um modo que nunca nos ouviram falar antes. Desejamos que isto seja publicado e faça parte do material que meu parceiro (Lee Carroll) está compilando, para que todos saibam. Está na hora de vocês conhecerem o resto da estória.
A ciência considera o cérebro como o centro da consciência, mas não é. O cérebro, o mais elevado grupo neurológico ordenado que a ciência pode ver, é preenchido por uma sinapse complexa e por isto, os cientistas imaginam que ele deve ser responsável por aquilo que é chamado de consciência Humana. Mas não é. O cérebro é apenas o motor tridimensional que responde aos 90% de “quanticidade” do DNA. É o motor da sinapse e é infinitamente complicado. Mas é apenas o receptor de informações, para as quais cria sinais elétricos que agem conforme são instruídos e influenciados pelo DNA. Cem trilhões de partes do DNA trabalhando juntas, comunicam-se como uma só. Perceberam isto? A ciência não sabe como isto acontece e o elo de comunicação entre a cabeça e o dedão do pé do Ser Humano, de alguma forma, tem um propósito. Isto se refere ao seu cérebro? Não, mas a todo o DNA junto, criando o Ser Humano. O DNA “sabe”. Todo ele trabalha junto. Isto não é uma coisa que se encontre nos livros de medicina, mas completa uma grande conexão que está faltando e para a qual a ciência não está dando nenhuma credibilidade. O DNA se comunica consigo mesmo! Ele tem uma “mente” e “sabe” o que está acontecendo em todas as partes do corpo de vocês.
A informação nova é que o DNA de cada um de vocês determina um “campo” ao seu redor, que é interdimensional. A sua consciência est
á nesse campo, não no seu cérebro. O que o seu cérebro faz está em sintonia com o DNA. Seu cérebro sonha… ou será que sonha? As sinapses estão lá para mostrá-lo. E no seu período de sono mais profundo, muitas coisas complexas vêm para fora. Essas coisas estão todas no seu DNA, e são fornecidas para o seu cérebro. Assim o DNA também fornece instruções e influência para a atividade onírica do seu cérebro. Estas coisas são difíceis de serem explicadas, já que não estamos falando de coisas lineares, mas daquelas que são quânticas.

Sonhamos em estado quântico – AQUI TEM O INCRÍVEL!

Todos vocês sonham em estado quântico. É por isto que não há linearidade e as coisas nem sempre fazem sentido. Aqueles que já faleceram e os que ainda vivem estão todos juntos nos seus sonhos, entretanto eles olham uns para os outros. Os sonhos não fazem sentido porque não estão na realidade com que vocês estão acostumados. Eles são o seu DNA falando… são o Registro Akáshico se manifestando e tocando “as gravações” para o seu cérebro. A ciência não reconhece isto pois não pode ver o campo, mas o DNA é a consciência Humana e o cérebro é simplesmente o motor tridimensional da sinapse, que fornece a ponte para a realidade de vocês.

“Kryon, há evidências disto?” Oh, sim, muitas. Quando um Ser Humano tem um acidente e a medula espinhal é completamente cortada, seu corpo fica inativo. É o que acontece com o paraplégico que não consegue mover nem um dedo. Entretanto, o coração continua batendo, não continua? A digestão continua, não é? Os rins e outros órgãos funcionam, não? Até a atividade reprodutora é possível! Tudo continua funcionando, entretanto vocês aprenderam na escola que o cérebro envia sinais elétricos através da medula espinal e mantém seu coração batendo, não é? Bem, se a medula espinal estiver cortada, o que mantém o coração funcionando? Eu lhes direi – é o programa do DNA!
Quando o motor da sinapse se quebra, o DNA encontra outros caminhos e instrui o corpo para continuar com a força vital. É por isto que os órgãos continuam funcionando embora os músculos não o façam. Interessante, não é? Existe uma prova aí, se vocês observarem. Os cientistas acham isto curioso. Portanto, vocês poderiam dizer que seu DNA é, de fato, um cérebro esotérico, etérico, que contém coisas que seu cérebro normal não contém. E estariam certos. Existe toda espécie de atributos impressionantes no seu DNA, que estão aí para serem observados, e que a ciência atual nem sequer viu ainda.

Entendam isto: o DNA é mais do que química! É um campo e um portal. Estas coisas são os mecanismos do Espírito. Estamos começando a lhes dar informações avançadas. Alguns atribuíram geometria sagrada. E estavam certos. Mas é um campo.

mercoledì 16 ottobre 2013

Non esiste una stampa libera. ”Noi, giornalisti, prostituiamo il nostro intelletto”! Cipicchia!


Negli spazi dedicati all'informazione riguarda ormai la cronaca sanguinaria. Boicottiamo la televisione!

I talk show di oggi sono bugiardi, la tv è bugiarda. Anche i programmi dagli intenti socialmente più impegnati non cercano più di svelare realmente il Paese e le sue contraddizioni, ma partecipano anch'essi al grande gioco massmediatico. Lo sostiene Angelo Guglielmi, ex direttore di Raitre, in “Il Grande Talk”.

La Stampa è Libera?  La manipolazione dell'informazione
Sarà possibile che la maggior parte dei giornalisti sembri troppo conformista, programmata a sostenere il sistema senza metterlo minimamente in discussione? 
John Swinton, giornalista del New YorkTimes si sfoga così, con i suoi colleghi, durante la cena per il suo pensionamento: Non esiste una stampa libera. Lo sapete voi, come lo so io. Non c’è un solo di voi che avrebbe il coraggio di esprimere le sue vere opinioni. Il mestiere del giornalista è distruggere la verità, mentire completamente, distorcere, calunniare, leccare i piedi di Mammone, e vendere se stesso, il proprio paese e i propri simili per il proprio pane quotidiano. Noi non siamo che strumenti e servi di uomini ricchi che stanno dietro le quinte. Siamo dei fantocci; loro muovono i fili e noi danziamo, il nostro talento, le nostre prospettive e le nostre vite appartengono a queste persone. Noi prostituiamo il nostro intelletto.

L'interesse del pubblico è conoscere e approfondire temi generali, o commuoversi per fatti privati che sono, statisticamente, comuni? Negli spazi dedicati all'informazione, riguarda ormai la cronaca sanguinaria.
A volte i media sembrano di prenderci in giro, abusando cinicamente dalla nostra capacità di distinguere, di giudicare, di analizzare. Il pubblico dovrebbe considerare i TG, come la fonte credibile dell’informazione pura, ma a volte le notizie sembrano uscite dalla pentola di una fiction con tanto di reality fumanti e falsi scoop palesemente elaborati ad hoc

Alzando il velo di socialità che copre la nostra vera natura, la gente diventerebbe sincera, si aprirebbe a una veduta più larga, imparerebbe a pensare con la propria testa, e non si lascerebbe modellare facilmente dai media o dal sistema socioeconomico in cui viviamo.
Quando la gente apre il proprio cuore, la mente e l’anima, comincia a porsi delle domande, a pensare con la propria testa, a non accettare le menzogne politiche, le informazioni truccate, faziose, modellate agli interessi di pochi; comincia a trovare disgustosi i danni ecologici e l’insensibilità alle disuguaglianze.
Ognuno può essere autore del proprio intrattenimento. Le abitudini, il sentirsi obbligati, il non fermarsi mai a riflettere su tutto ciò che la TV ci offre, fanno perdere di vista il sentiero che ci porta alla realtà non stereotipata, quindi, boicottiamo la televisione, imponiamo le nostre idee. E' l'unica forma di evitare l'indigestione a causa di prodotti scadenti.

Ipnosi di Massa!

L’effetto principale dei media sulla mente umana è una forma d’ipnosi di massa, creata dalla ripetizione martellante dei soliti temi.
Questo bombardamento continuo attraverso una versione unica delle informazioni, condiziona e programma i nostri modelli di pensiero e, conseguentemente, modifica la nostra realtà - il modo in cui percepiamo noi stessi e il mondo.
I media vogliono trasformarci in semplici spettatori del mondo, anziché partecipante. Noi siamo spettatori delle vite fittizie di personaggi creati ad hoc che loro ci impongono come modelli stereotipati, sottraendoci la possibilità di riflettere e di formare un’opinione propria.
L’ipnosi non è solo sdraiarsi su un divano e ascoltare le parole ipnotizzanti; quelli che danno spettacolo, facendo con che il pubblico sconclusionato faccia cose stupide, sono i veri ipnotizzanti. Ma noi non ci rendiamo conto del fatto che veniamo abilmente ipnotizzati e incoraggiati dai media a fare e pensare cose stupide, ogni giorno della nostra vita. Sono veri manipolatori della mente collettiva. La nostra vita è condizionata dai modelli e dall’indottrinamento che ci propinano la Tv e le “new media” - ancora ancorate saldamente alla mainstream media. Ci viene detto cosa è il bello o il brutto, cos’è il successo e cosa non è; cos’è di moda, persino chi deve fare il “divo” di turno. Macché divo! Tutto programmato a tavolino per creare un personaggio un Brad Pitt qualunque, così, qualsiasi stupidata che assomigli a una pellicola, il successo è garantito. I media cercano di fare un’ipnosi di massa, creando un modello unico di pensiero, affinché i loro messaggi siano sostanzialmente accettati. E se i messaggi provengono da fonti apparentemente slegate le une delle altre, allora devono essere proprio vere perché “lo dicono tutti”.

Quelli stessi modelli di pensiero della mente collettiva vanno creando la realtà dei mezzi d’informazione. Un gran numero di persone pensa e agisce con la mente programmata, come un giornale tabloid. Non se può vivere eternamente aspirando l'alito mortale del conformismo come un esercito di fantocci, servili alle ripetitività di palinsesti noiosi nella maggior parte comprati in scatole dalle società straniere. Insomma, divertimenti in franchising, sempre in prestito, mai originale.
Le nuove idee non trovano riscontro dal vecchio sistema televisivo, girando la palla sempre agli stessi nomi. E' necessario aprire le porte alle nuove idee e dare un'opportunità alle iniziative dai dilettanti. Delegare soltanto ai veterani significa restringere le risorse del futuro.
Sarà per questo che oggi non emerge più dei veri fenomeni come Leonardo da Vinci, Dante Alighieri, Fellini, Emilio Gadda? Non credo che la mente delle ultime generazioni sia meno pensante o che i mostri sacri, i veri fenomeni dell'arte e della letteraria, siano fermati nel tempo.

Vogliamo scegliere noi stessi i nostri modelli di qualunque cosa sia: bellezza, bravura, arte, dottrina politica e sociale e non lasciarci che qualcuno pensi e decida por noi. Non possiamo permettere che la nostra mente si chiuda al punto di rifiutare di discutere e di riflettere su qualsiasi argomento, anche i più superficiali, o esprima lo scherno e i giudizi affrettati e d’interesse altrui. I media che abbiamo oggi, riflettono i modelli di nostri pensieri, siamo stati noi a crearli con la nostra assuefazione, sottomissione, accettazione. I media non cambieranno, finché non saremo noi a cambiare e a prendere il dominio di nostra mente! Ognuno deve cercare la propria verità dentro del proprio cuore.
Boicottiamo la Televisione e cacciamo via i TG sanguinanti! Vogliamo le vere INFORMAZIONI!

Ecco la verità che invece i media cercano di nascondere:

Mercenari venivano addestrati da soldati Inglesi e Israeliani all’Uso di armi chimiche http://www.mentereale.com/articoli/ecco-chi-spara-gas-nervino-sui-civili-in-siria
Chi e cosa di cela dietro l'immigrazione - http://www.disinformazione.it/immigrazione.htmHPV:
vergognoso marketing delle vaccinazioni pediatriche - http://www.disinformazione.it/vaccinazioni_pediatriche.htm
Carne, sostanza incompatibile con la natura umana: http://www.disinformazione.it/carne_sostanza_incompatibile.htm

Industrie farmaceutiche o fabbriche della malattia? http://www.giuseppebresciani.com/2011/05/industrie-farmaceutiche-o-fabbriche.html

 

La vaccinazione - un'arma letale! Uccide in Silenzio, a Lungo Termine - http://informaridendo.blogspot.it/2013/07/la-vaccinazione-unarma-letale-uccide-in.html



venerdì 11 ottobre 2013

Il “Big-Bang Day” di Berlusconi



E così… il black holes ha inghiottito veramente Berlusconi… come lui temeva!

Berlusconi- L’avevo detto: Volevano dar la caccia all'infinitamente piccolo e ci sono riusciti! Infatti, Il Nobel per la Fisica 2013 va a Higgs, il padre della particella più ricercata del Pianeta… No, non parlo di Berlusconi ma del Bosone di Higgs!

Il 10/9/08 – una specie de count down: 10-9-8 -, è stato un giorno destinato a restare nella storia. Dovrebbe rimanere  come l’inizio del black holes, ovvero sia, il fatidico buco nero, eppure, divenne il giorno più temuto da Silvio Berlusconi perché riteneva “il lancio verso l'esplorazione delle frontiere dell'infinitamente piccolo una vera e propria caccia ai “poveri” e indifesi Nani.

Ecco com’è andata:

Era il 2008 quando L’acceleratore di Particelle Large Hadron Collider (LHC) ha fatto Big Bang… L'acceleratore è stato attivato e tutto è andato come previsto, nessuna apocalisse all'orizzonte come prevedevano i fabbricanti di catastrofi. Al CERN di Ginevra è partito il più grande esperimento di fisica di tutti i tempi, tra l'entusiasmo degli scienziati e l'inquietudine di chi temeva la fine del mondo, per ricreare, secondo i calcoli degli scienziati, le condizioni che esistevano nell’universo una frazione di secondo dopo il Big Bang, l’esplosione da cui è nato l’universo.

C’è stato chi ha ipotizzato un sacco di cose per dare rilievo all’evento: c’è stato chi ha avuto paura del vuoto di aristotelica memoria, che pervade orrida le nostre menti alla perenne ricerca di certezze – l’horror vacui che il Cern potrebbe provocare, c’è stato chi ha pensato che l’acceleratore creerebbe quel buco nero, destinato ad allargarsi fino a inghiottire la Terra nell'arco di quattro anni e c’è stato chi ha pensato: comunque vada, meglio sarebbe non perdere di vista la traccia del mega-buco. Potrebbe essere molto utile, un’opportunità d’oro… o di protoni.

Ma… soprattutto, c’è stato anche chi ha pensato a un complotto, a una vera caccia ai Nani. Così pensava Berlusconi all’epoca. Intuiva che qualcosa di tenebroso stava per accadere proprio a lui, e sapendo di quel sperimento nanistico, ha subito associato ai suoi sospetti. Non immaginava, però, che il black holes non si chiamava Large Hadron Collider e che il suo horror vacui dovrebbe partire dalle toghe rosse che, come Aristotele, pensano che uno spazio privo di oggetti (cioè vuoto) non corrisponda affatto al niente, ma ha una propria permanente esistenza. Oggi, invece, Berlusconi pensa di essere vittima di una sentenza surreale, uno spazio privo di oggetti che è stato riempito da un accanimento giudiziario che ha avuto l’obiettivo di liquidare l’avversario politico e che la sua condanna è una gravissima ingiustizia, una sentenza incredibile, di una violenza mai vista né sentita prima, per cercare di eliminarmi dalla vita politica di questo Paese. Non è soltanto una pagina di malagiustizia,  è un’offesa a tutti quegli italiani che hanno creduto nella mia ancorché piccola statura, e quindi, l’horror vacui che temeva è, comunque, successo.
Così…, nel 2008, ancora all’oscuro di questa terribile condanna, Berlusconi convoca un meeting emergenza:

l black holes tra Berlusconi e Collaboratori

Berlusconi: Convocate il Consiglio dei Ministri. Dobbiamo fare una riunione straordinaria.
Voi sapete del complotto che alcuni “Grandi” della Terra stano facendo nei miei confronti. Parlano di un tale buco nero che potrà risucchiare un sacco di cose, no? Dicono che persino la Terra è a rischio. Ma la vera intenzione è quella di succhiare tutti quelli sotto del 3° centile, le “particelle”, come chiamano loro. Se mi succhiano, chi sa dove vado a finire. Ho il mio mandato per portare a fine e non lo molo, nemmeno sbarcando all’inferno. Voglio sapere chi muove i fili di questa immane e nefanda cospirazione. Voglio i nomi dei vigliacchi. Tutti!

Frattini: Credo che il motivo sia ben altro, Presidente. E’ probabile che in testa ci sia Antonio Bassolino che vuol approfittarsene per gettare tutti i rifiuti dentro del mega-buco, così è a posto per un anno, può scommettere!

Bossi: Guarda, io penso che sia opera di Bin Laden che ha deciso di anticipare di un giorno – il 10, anziché l’11 settembre - per una catastrofe universale. Colpa di Bush che (allora) ha promesso catturarlo prima della fine del suo mandato, eppure...

Frattini: Ma, di cosa ha paura Presidente? Lei è affetto dalla sindrome dell’horror vacui?
Berlusconi: Ma non dire sciocchezze, non sai che loro mi perseguitano? Tutto questo è una scusa per catturare me, mica Bin Laden.

Frattini: Loro chi, Presidente?

Berlusconi: Che ne so io! Forse, Prodi, Fini, Franceschini, Bocchino, le toghe rosse... che ne so… si sono messi tutti d’accordo con quelli della Cern (Centro Europeo per la Ricerca dei Nani). Vogliono fare una pulizia etnica della statura, per loro vale soltanto chi è Large (Hadron Collider), mica Small.

Frattini: Ma il Cern di Ginevra non si chiamava Centro Europeo per la Ricerca Nucleare, Presidente?

Berlusconi: Per niente! Loro vogliono la mia testa per non ricandidarmi per la quinta volta alle prossime elezioni, perciò, hanno inventato questa storia di esperimento bang-bang

Frattini: Noooon, Presidente. Big Bang!

Berlusconi: Non capisce? L’obiettivo finale degli scienziati è quello di ricreare le condizioni post Bang Bang che hanno generato l'Universo dei nani e sperare nella materializzazione della ''particella di Dio'', o bosone di Higgs come chiamano, che esemplifica la massa ipotizzata da uno scienziato pazzo chiamato Peter Higgs, che osa varcare le Colonne d'Ercole del conosciuto per inserirsi scelleratamente nel terreno dell'inconoscibile, quello riservato a Dio. Il vero autore della creazione. Se lo trovo, lo ammazzo!

Frattini
: Scusi, Presidente, ma la fisica delle particelle si propone di spiegare come funzioni l'universo intero nella sua immensità, studiando a fondo come funziona il mondo dell'infinitamente piccolo, ovvero quello delle particelle elementari.

Berlusconi: Più rispetto Signor Ministro! Lei sta parlando con il Presidente del Consiglio Italiano, non con una particella infinitamente piccola!

Frattini: Calma Presidente. Non sto mancando di rispetto alla persona che rappresenta il modello standard del nostro Paese, che è Lei. Quello che vorrei spiegarle è che, al momento attuale, la migliore teoria esistente nell'ambito della fisica delle particelle si chiama proprio “modello standard” e, utilizzando questo modello, è possibile fare delle previsioni molto accurate circa l’interazione fra le varie famiglie di particelle. Il modello standard è stato messo alla prova in tantissimi esperimenti e c'è solo un punto che ancora non è chiaro ai fisici che, descritto con parole molto semplici, suona più o meno così: perché l'elettrone pesa esattamente quella quantità e non un po' di più o un po' di meno?

Berlusconi: Lei mi sta chiamando di grasso, Signor ministro! Inoltre, allude che la mia famiglia ha bisogno di un’interazione con altre famiglie di… hamm… PARTICELLE come ha detto Lei? La esonero dall’incarico, Signor Frattini, intesi? Comunque, lo scopo di questa riunione è trovare un “Tampax”… cioè, dico, un tappo per il buco nero, insomma. Qualche suggerimento?

Carfagna: L’unico che non potrebbe mai essere risucchiato dall’eventuale buco nero, Signor Presidente, a detta degli stessi scienziati che lavorano all’esperimento, è Giuliano Ferrara.

Berlusconi: E’ vero! Detto bene. Beh… che dire… Ferrara, pensaci tu? Mi aggrapperò al mio corpulento opinion maker così, eviterò di sprofondare nella voragine gravitazionale del Black Hole…

Frattini: Tranquillo Presidente… Come diceva qualcuno, il pessimismo della ragione ha paura di un buco nero. L'ottimismo della volontà ci si ficca dentro.

Bossi: Ecco perché i pessimisti dicono che le vie del Signore sono infinite... Ma spesso intasate. Colpa di Ferrara!