martedì 24 febbraio 2009

Depois que você ler essa, nunca mais vai querer comer carne


“A extrema aversão, a qualquer tipo de carne, que alguns adultos e crianças demonstram, é atribuida por Fitch Ratings como uma tendência atavista, ou seja, à sobrevivência do instinto primitivo dos nossos antepassados pré-históricos, que não comiam carne” (J.H.Kelog)

“Muitas pessoas morreram nos EUA, devido ao morbo de Bright. Não tenho dúvidas que a dieta rica de carne estraga os rins, especialmente considerando as experiências de Newburgh, as quais provam que, com certeza matematica, é possivel produzir o morbo de Bright também nos ratos, fazendo uma dieta à base de muita carne” (M.Hindhede, M.D., comissário da Sanidade da Dinamarca)
No passado, se acreditava que a carne fosse necessária para produzir sangue. Hoje, se sabe que a fruta fresca, frutas em cacho e verduras, fornecem um material bem melhor do que uma bisteca.
O caldo de carne bovina, por muito tempo foi considerado um tônico e estimulante, indispensável para muitos doentes. Hoje, se sabe que é exatamente o contrário. Segundo um expoente da medicina francesa, o caldo de carne é uma “verdadeira solução de veneno”. O Dr. Austin Flint, do Bellevue Hospital College, um dos mais importantes médicos dos Estados Unidos, fez uma análise química do caldo de carne e descobriu que o resultado era praticamente igual ao análise da urina.
É óbvio que seja assim pois, o caldo de carne bovina, de galinha e os extratos de todos os tipos de carne, são verdadeiros tecidos desintegrados, preparados artificialmente, exatamente como a urina, que é composta de tecidos desintegrados, produzidos do metabolismo dos corpos. O caldo ou canja de carne, portanto, é um veneno que intoxica. Não possue propriedades nutritivas e não ajuda os doentes fracos ou em convalescência.

Bouchard, descobriu que, acrescentando a carne no regime dietético, a toxidade da urina aumenta em 50%, e se a dieta consistir inteiramente de carne, a toxidade aumenta de 400%.
Sterling descobriu que, comendo carne, aumentava o conteúdo de ácido úrico da urina de 3 a 10 vezes. E é bom se lembrar que o ácido úrico, em combinação com outras toxinas, é considerado por muitos pesquisadores, a substância mais ativa entre todas aquelas que produzem as doenças.

A carne se decompõe no aparelho digestivo, e o veneno resultante, é absorvido, contaminando o sangue, e esta é a principal causa que predispõe o organismo ao câncer e outras doenças.
As autopsias feitas no Phipps Institute di Philadelphia, em centenas de casos, demonstraram que 86% dos doentes de tísica pulmonar, (que tem a carne como o principal alimento) tinham também os rins danificados e em estado bem avançado.
Comentando os perigos em comer carne magra, Hindhede disse: “quando o intestino está cheio de carne magra, muito usada na cura da obesidade, o resultato é a putrefação, que se manifesta na diarréia e fezes mal odorantes. Através desse processo, são provavelmente, produzidas as toxinas, que uma vez absorvidas, causam o envenenamento. Uma dieta feita somente com carne magra é, sem dúvida, venenosa para o homem". Muitos estudos experimentais, indicaram que comer carne causa a nefrite crônica. O professor Newburg, da Universidade de Michigan, declarou que uma pequena porção da proteina da carne, como 20%, basta para danificar os rins.

As exigências da última guerra mundial, serviram para demonstrar o valor de uma dieta pouco protéica. Porcos e bovinos foram abatidos na Europa, com o objetivo de conservar como povisões de alimento, e as populações tiveram de se nutrir, por um certo tempo, principalmente de frutas e verduras. O resultado foi uma redução de um terço da mortalidade, além de uma grande redução das doenças. Algumas doenças como diabete, obesidade, disturbios digestivos, problemas de fígado e de rins e outras doenças causadas pela alimentação, foram debeladas completamente.

“O alimento animal, o qual uso se abusa cada vez mais, não é um alimento de forma nenhuma, mas um veneno contínuo”. Dr. Huchard.
“Se não fosse pela carne, nós médicos teríamos pouco o que fazer” Dr. Allison, expert em alimentação.

Moore mostrou que uma refeição de proteína sobrecarrega o trabalho do coração - aumenta o ritmo cardíaco em 25-50% acima do nível de comparação com o jejum - o que é comparável, em extensão, à atividade total do coração de duas ou três horas; isso levou Moore a afirmar que uma dieta com muita proteína é incompatível com o repouso cardíaco.

Muitas pessoas acreditam que para ter vigor e força, precisa-se comer carne vermelha, mas os bois e elefantes usam como fonte de energia e força, a grama e folhas, ricas em vitaminas, cálcio, ferro e outros minerais.
Por outro lado, os animais mais fortes e absolutamente mais resistentes, são vegetarianos (gorila, cavalo, burro, boi, etc.), Os que possuem vida mais longa (elefante, tartaruga), são vegetarianos; os mais prolíficos, são vegetarianos (touro, garanhão, coelho), os animais mais pacíficos são vegetarianos... por que então não imitá-los?
Fonte: “Scienza & Salute

martedì 17 febbraio 2009

Il Tempo non esiste - è un’illusione che esiste soltanto nel nostro cervello






Viviamo in una”internet olografica"

Il Tempo non è affatto ciò che sembra.
Non scorre in una sola direzione, e il futuro esiste contemporaneamente
al passato
.
Albert Einstein

Il mondo è un gioco di realtà virtuale che esiste solo per il fatto che noi lo crediamo, perché la realtà "fisica" è puramente un’illusione che esiste soltanto nel nostro cervello. E’ soltanto un’illusione credere che siamo "reale", una falsa realtà. Viviamo in una internet olografica nella quale le nostre menti sono connesse a un "computer" centrale, che ci nutre con la stessa realtà collettiva che noi decodifichiamo poi nell’universo olografico tridimensionale che tutti siamo convinti di vedere.
I tempo è una costante. Siamo noi a muoverci, non il tempo. Esiste solo un momento eterno.
E’ stato già provato teoricamente che, se tu sali su un’astronave e voli abbastanza a lungo e velocemente, puoi compiere un giro intorno alla Terra in tempo per vederti decollare. Ciò dimostra che il Tempo non è movimento, ma un campo che attraversiamo a bordo dell’astronave Terra.
Come ha detto Einstein, il tempo è una costruzione mentale, un concetto relativo.

La Teoria della Relatività ha dato un contributo determinante alla nostra comprensione del rapporto tra spazio e tempo. Quindi, il tempo è ciò che è in rapporto allo spazio che esiste tra gli oggetti.
Ora possiamo capire perché se compissimo un lungo viaggio in astronave, al ritorno potremo scoprire che il tempo trascorso è di solo dieci anni, invece per quelli rimasti sulla Terra ne sarebbero passati trenta.

Se però gli scienziati riusciranno a sviluppare un sistema di propulsione estremamente potente, potresti davvero tornare sulla Terra prima di essere partito.
Se un astronauta viaggiasse alla velocità della luce nello spazio per vent'anni mentre suo fratello gemello fosse rimasto sulla terra, al suo ritorno il primo sarebbe più giovane del secondo, perché il tempo, alla velocità della luce, sarebbe passato più lentamente per l'astronauta che per il terrestre.
Quindi, il tempo è soltanto una nostra costruzione mentale. Tutto ciò che è accaduto e che accadrà sta succedendo proprio adesso. La capacità di osservare un evento dipende soltanto dal nostro punto di vista nello spazio.

Nella vita quotidiana abbiamo l'impressione di osservare gli avvenimenti nello stesso istante in cui avvengono, questo perché la velocità della luce, sulle piccole distanze, dà un'impressione di immediatezza; ma quando ci confrontiamo con altri corpi nello spazio dobbiamo prendere in considerazione il fatto che la luce delle stelle più vicine ci arriva con un ritardo di centinaia o migliaia di anni.

È solo nel presente che troviamo veramente risposta a tutte le nostre domande più profonde e al nostro bisogno di dare un senso a tutto ciò che ci circonda. E' solo nel presente che possiamo diventare pienamente consapevoli di chi siamo veramente, materia e spirito, effimero e assoluto, corpo e anima.

Da leggere: Capitolo VII del libro "Dio è Quantico ed è nel DNA - Revelazioni"
"Non esiste né passato né futuro. Il tempo è circolare!" 
"Può darsi che siamo i nostri propri antenati"


TRAILER: (Sottotitoli in italiano)

lunedì 2 febbraio 2009

Ognuno può ottenere qualsiasi desiderio imparando a crearlo intenzionalmente


Com’è possibile?
Leia em portugues : Como realizar os desejos
Nel profondo di ognuno di noi c’è un campo unitario dalle possibilità illimitate; quando avrete imparato a raggiungere questo luogo meraviglioso, scoprirete un dominio dell’esperienza umana completamente nuovo, in cui tutto è possibile.
E’ qui che potete incontrare al momento giusto esattamente la persona in grado di aiutarvi nel vostro cammino individuale. E’ qui che si manifesta ciò che è necessario per creare abbondanza e prosperità.
Nella vostra vita compaiono il libro o la cassetta giusta, come se qualche forza invisibile e misteriosa li avesse portati fino a voi.
Il progetto stesso della natura sembra essere nient’altro che un lento e progressivo schiudersi della coscienza. Possiamo decidere: di vivere a un livello inferiore di consapevolezza e limitarci ad esistere solamente, preoccupandoci dei nostri averi, mangiando, bevendo, dormendo e vivendo in balia degli eventi, oppure, possiamo spiccare il volo verso nuovi e più alti livelli di consapevolezza, trascendendo così la realtà che ci circonda per creare un mondo solo nostro , un mondo di vera magia.
In ciascuno di noi è connaturata una consapevolezza più profonda che ci permette di ottenere una sorta di vittoria sul mondo materiale: è la capacità di trovare un equilibrio in ogni insieme di circostanze. tutti noi siamo in grado di raggiungere il perfetto equilibrio della mente. Per raggiungerlo dobbiamo impegnarci a realizzare una intima trasformazione.
Questa intima trasformazione non può essere realizzata in un’ottica intellettuale o scientifica.
La via della conoscenza passa attraverso una disponibilità a raggiungere il più alto grado di consapevolezza, a usare questa consapevolezza per dare uno scopo all’esistenza e a trasmettere tale consapevolezza a chiunque faccia parte della vostra vita.
Dall’idea che siete condizionati dall’ereditarietà, dall’ambiente che vi circonda e da forze soprannaturali, alla consapevolezza che siete voi stessi a creare la vostra realtà e che potete contare su forze innate e divine che operano con voi e non indipendentemente da voi;
Questa meravigliosa consapevolezza è un nostro diritto naturale, ed è comune a tutti.
Secondo la potente Legge d’Attrazione, voi attirate a voi l’essenza di qualsiasi cosa su cui state soffermando prevalentemente i vostri pensieri. Per cui, se voi state prevalentemente pensando a ciò che desiderate, la vostra esperienza di vita rifletterà tali cose. E allo stesso modo, se state prevalentemente pensando alle cose che non volete, la vostra esperienza di vita rifletterà quelle. Qualunque cosa state pensando è come pianificare un futuro evento. Quando state apprezzando, state pianificando. Quando vi state preoccupando, state pianificando. (Preoccuparsi è usare la vostra immaginazione per creare qualcosa che non volete). Ogni pensiero, ogni idea, ogni Essere, tutto è vibrazionale, così quando voi focalizzate la vostra attenzione su qualcosa, anche se per un breve periodo di tempo, la vibrazione del vostro essere riflette la vibrazione di ciò a cui state dando attenzione. Più ci pensate, più vibrate allo stesso modo; più vibrate allo stesso modo più cose di quel genere sono attratte a voi. Quella tendenza continuerà a crescere fino a quando non offrirete una vibrazione diversa. E quando una nuova vibrazione viene emessa, cose che corrispondono a quella vibrazione saranno attratte a voi, da voi. Quando comprendete la Legge d’Attrazione, voi non siete mai sorpresi da quello che accade nella vostra esperienza; voi comprendete che avete invitato a voi ogni minima parte attraverso i vostri pensieri. Niente può accadere nella vostra vita senza il vostro invito attraverso i vostri pensieri. Poiché non ci sono eccezioni alla potente Legge d’Attrazione, una completa comprensione di essa è facilmente raggiungibile. E una volta che voi comprendete che voi ottenete quello che pensate e, ugualmente importante, quando siete consapevoli di quello che pensate voi siete nella posizione di esercitare assoluto controllo sulla vostra esperienza.

Fonte: Abundantia.it, Abraham Hicks