lunedì 30 gennaio 2012

Arriva la Matematica Interdimensionale – E lo Zero sarà Protagonista


Gli scienziati di oggi, cominciano a parlare dell'atomo, della stessa forma che Kryon ha parlato per anni. La piena comprensione della struttura atomica sarà la comprensione interdimensionale. Ora stanno arrivando alla conclusione che ci sono frammenti e parti nell'atomo che non sono nell’inquadramento temporale. Finalmente!

Alcuni dicono che ciò che all’inizio sembrava essere piccole particelle girando a vicenda tra di loro, ora, sembrano dimostrarsi collegate! Sono in qualche modo uniti di forma interdimensionale. Gli scienziati stanno iniziano a vedere questa evidenza, e comincia a diventare chiaro a loro che c'è una speciale interazione delle parti, al di là della fisica che conoscono.
Vedono le particelle come se avessero la possibilità di scegliere! E, ancora più impressionante, possono andare dove gli pare, senza seguire nessuna delle regole conosciute della fisica. (Non dirlo a Euclide!).

Kryon: Beh, hanno ragione! Lasciate che vi dica quello che gli scienziati non possono vedere o cosa stano per scoprire. Lasciate che vi dica quello che alcuni delle future scoperte potranno mostrare.

Chi pensa che lo zero a sinistra non valga nulla forse è meglio ripensarci!

Verrà il giorno in cui la vostra scienza onorerà lo zero nella vostra futura matematica interdimensionale. Adesso vedete lo zero come il nulla. Alcuni pensano che lo zero a sinistra non valga veramente nulla e che uno zero interdimensionale rappresenta l’infinito. No, non lo è.

Vi abbiamo parlato della matematica abase-12  per oltre un decennio. La sua eleganza vi stupirà, specialmente la sua semplicità di calcolo. E’ la sola matematica che “stringe la mano” alla natura. Non si può considerare la matematica a base-12 senza far dello zero un numero intero dal valore speciale. Non può essere un segnaposto; non può essere “niente” e non rappresenta l’infinito. Ve lo ripetiamo ancora: lo zero è la magia della matematica interdimensionale. E’ la magia di base-12.

Lo zero è il potenziale di tutto quello che sempre fu, o può essere. E’ l’ADESSO della matematica dell’universo. Rappresenta il potenziale, o un’energia di possibilità. Quindi, lo zero è variabile secondo l’equazione. Non siete abituati a questo. Per voi le equazioni matematiche sono empiriche e volete che lo rimangano. Ma non potrà più esserlo quando comincerete a calcolare fuori dalla linearità. In questo schema si rivela l’eleganza della matematica. Lo zero rimuove quello che non serve e rivela la soluzione. Diventa l’agevolatore della realtà dello stesso puzzle, ed è spesso il numero centrale. Non ci aspettiamo che lo comprendiate del tutto. Infatti, non ci aspettiamo proprio alcuna comprensione. Non ancora.

Questo è un vecchio messaggio che continuiamo a fornire agli scienziati, in particolare, che stanno leggendo questo scritto. Sappiamo che ci sono!
Avete bisogno di un tipo diverso di matematica per comprendere a fondo i rapporti che si svolgono all'interno dell'atomo.
Lasciate che vi dica cosa c'è dentro l'atomo che non è stato ancora visto, ma che è stato già percepito. State percependo che le parti siano in qualche modo collegate con filamenti che non si vedono? Ci sarà lì, per caso, una nuova forza? Sono influenzati da stringhe interdimensionali? Che cosa sta succedendo? E noi diciamo: c'è energia tra queste parti, per quanto piccole queste particelle possano essere immaginate. E c'è un'energia interdimensionale che collega o spinge queste parti, secondo un modello insolito. Le parti hanno una scelta? Sì, lo fanno. E ciò che è strano e insolito, è che quando vi spostate e osservate i filamenti di energia formati tra questi pezzi e le parti dentro dell'atomo, si può vedere l'emergere di uno specifico schema geometrico, che potrete riconoscere come quello della Merkaba umana! Vedrete la geometria sacra presentarsi in modo interdimensionale e scoprirete il Fiore della Vita nel cuore della struttura atomica.

La Nuova Legge della Fisica
Scienziati: pensate fuori dagli schemi, senza essere condizionati! La scelta della materia nel suo fluire non è nessun tipo di caos. E' la propensione per l'equilibrio! Questa presumibile scelta è causata da una nuova regola della fisica, una regola dell'universo che dice: Tutta la materia cerca l'equilibrio divino. Comincerete a vederlo sia nel livello più alto sia nel più basso, in tutta la materia. Alcune di queste cose, potranno sembrare strane, ma verrà il giorno in cui la scienza ufficiale le riconoscerà e allora ricorderete dove avete sentito per primo. Diciamo questo per dare la validazione di questa esperienza che è spirituale. Alcuni di voi potrebbero averne bisogno, per credere che questo messaggio è reale. Vi ricordate quello che abbiamo detto dieci anni fa? Abbiamo detto che quando la scienza sarà in grado di comprendere appieno l'atomo, gli scienziati troveranno la Energia dell'amore di Dio nel cuore dell'atomo!

Il Pensatore Lineare
Le cose multidimensionali sono difficili per l'umanità riflettere. Se riuscite distaccarvi dal paradigma in cui siete stati cresciuti e dalla realtà in cui siete sopravvissuti, sarebbe un’esperienza sconcertante. Come possiamo, allora, chiedervi di pensare a cose che sono al di là di ciò che conoscete o avete sperimentato?
Entrate con me al centro della vostra struttura atomica. Fingete, per un momento, di avere la dimensione di un protone. E' molto molto piccolo, sapete. Eccovi qui, nella gloria della struttura atomica. Ora, potreste dire: "Bene, penso di poter immaginare come ci si sente. Se ho la dimensione di un protone, vedrò quegli elettroni sfrecciare intorno. Probabilmente ci sarà luce e sarà come dei fuochi d'artificio e ci sarà uno spettacolo meraviglioso”. Pensateci nuovamente. E' buio. Veramente buio. Se voi (come nelle dimensioni umane) rappresentate veramente la dimensione di un protone al centro, quegli elettroni saranno a un miglio di distanza! Lo sapevate? Dovrete fare un'escursione per raggiungerli! Questa è la scala media della struttura atomica. C'è molto spazio vuoto nella struttura di ogni atomo.
La maggioranza degli scienziati ancora s'interroga su ciò. Perché i mattoni costruttivi di base della vostra realtà rappresenterebbero una struttura nella quale gli oggetti coinvolti sono in proporzione posti a una distanza allarmante? Forse non eravate consapevoli di questo fatto. Se voi aveste la dimensione di un protone in un atomo di elio, dovreste camminare e camminare e camminare con le vostre gambette di protone prima di poter mai vedere qualcosa che assomigli alla massa dell'elettrone intorno alla struttura atomica (continuate ancora immaginando, per favore). E tutta la camminata sarebbe al buio! Allora potreste dire a voi stessi : "Bene, questo non è quello che mi aspettavo. E' davvero una bella noia."

Davvero! Nelle informazioni scientifiche passate, vi abbiamo detto che il micro e il macro hanno molte cose in comune all'interno della loro fisica. Persino nella vostra biologia c'è un ordine che segue l’Universo più grande.  Lasciate che vi dica che cosa c'è in quello spazio invisibile tra i protoni al centro dell'atomo e la massa degli elettroni, che in proporzione, è molto distante. E' pieno d’informazioni! E' pieno di fisica. C'è materia lì che non potete vedere; ne chiameremo una parte "materia spirituale."  La vostra consapevolezza interdimensionale deve ancora manifestarsi. Guardate ancora ogni cosa in modo lineare nella vostra realtà quadri-dimensionale. Così quando date uno sguardo alla matematica al centro dell'atomo, vedrete soltanto quello che le quattro dimensioni vi diranno che c'è. Non vedrete quello che c'è realmente.
Al centro di un semplice atomo e vi abbiamo detto che c'è molto di più da vedere di quello che appare in 4D. 
Lasciate che vi faccia una predizione: gli scienziati incominceranno a capire questo su più vasta scala, mentre continuano a osservare l'Universo. C'è qualcosa che manca dentro la misurazione dell'energia di "ogni cosa che dovrebbe essere là" per il movimento e la possibilità di esistere così come la vedete. Allora, che cosa manca? Perché non potete vederla? Già gli scienziati stanno ipotizzando la possibilità di che esista la materia oscura. Questa sarebbe materia che non potete vedere ma che deve esistere per permettere l'equilibrio dell'equazione energetica. Nessuno ha ancora parlato di interdimensionalità, ma lo faranno. Devono farlo, perché l'eleganza della matematica, effettivamente mostrerà loro, molto chiaramente, che forse quello che sta accadendo nell'Universo è interdimensionale nel suo scopo. Quello che manca nei loro computi dell’energia è l'effettiva materia interdimensionale.

Gli scienziati incominceranno a cercare le dimensioni mancanti per spiegare l'energia mancante! Ed è quasi ora. E questo è il modo. Così è ora di svelare la forma dell'Universo e l'azione di spinta/trazione all'interno dei cambiamenti dimensionali che fanno realizzare al vostro Universo quello che vi fa vedere. Molte delle cose che osservate continuamente ne sono gli indizi, ma non sono interpretate correttamente. L'energia che non si può vedere, non segue lo stesso paradigma di ciò che potete vedere.
Nelle quattro dimensioni, la vostra fisica ha molto senso. Tuttavia, quando uscite fuori dalla 4D e diventate interdimensionali, tutte quelle regole logiche della fisica cambiano. Vi abbiamo persino detto che quando diventate abbastanza piccoli anche le leggi della fisica di base cambiano. La stessa cosa succede quando diventate molto grandi. Cambiano anche con le strutture del tempo.

Arriva una GRANDE SCOPERTA… e sarà una Visione Quantistica!

Una rivoluzione e una rivelazione!
Voglio darvi un indizio su una scoperta che si trova nell’eterico. Questo per dire che è pronta per essere scoperta, e anche a breve. Quando ci saranno queste scoperte, ricordate di averne già sentito parlare qui. E’ una cosa tecnica.

Per anni gli astronomi hanno messo delle lenti speciali sui telescopi che potessero dar loro delle differenti visioni dell’Universo, oltre a quello che si vede con la luce normale. Captare la luce ordinaria è una cosa obsoleta per la vera astronomia. Ora vogliono captare le radiazioni. Vogliono avere la spettrometria così da poter analizzare di che cosa sono fatte tutte le cose. Agli astronomi piace misurare la velocità in andata e ritorno degli oggetti, così da poter avere un redshift o un blueshift per sapere se l’oggetto sta avvicinandosi o allontanandosi dall’osservatore. 
Per anni hanno posto sui loro telescopi delle lenti in modo da poter analizzare ciò che la luce comune non può mostrare. La maggior parte di voi neppure sa che ormai non si guarda più attraverso molti telescopi sul pianeta! Tutto avviene tramite la raccolta computerizzata di ciò che si nasconde nella luce, o di ciò che è disponibile tramite altri metodi di misurazione. Sanno quanto sono caldi questi oggetti, di cosa sono fatti, dove stanno andando e le anomalie della loro traiettoria. Procuratevi una lente astronomica multidimensionale. Solo così, potrete vedere esattamente ciò che ho descritto. Innanzitutto, sarebbe in grado di vedere i due buchi neri gemelli che sembrano essere uno soltanto. Una lente interdimensionale che osserva la gravità e il tempo, e il loro curvarsi in modelli.
 Se voi guardaste l’Universo con questa lente, vedreste come questi due gemelli si relazionano tra loro, la loro pulsazione, e vedreste molto chiaramente i filamenti che collegano le galassie. Non sarebbe fantastico? Spiegherebbe l’energia mancante, non è vero? Darebbe agli scienziati motivo di portare le forze da quattro a sei! Ed è… fattibile.

Ora vi dirò l’indizio numero uno: non potete metterlo sulla lente. Deve essere il più vicino possibile allo strumento di ricezione. Nel caso di un telescopio ottico, è lo specchio. Nel caso di un telescopio elettronico, è il suo bulbo oculare elettronico. Questo per dire che questa lente non può andare altrove se non sul piano focale. La cosa avrà significato per chi costruisce i telescopi. Deve andare là dove si accentra il focus. Indizio due: questa lente non è materiale. Questa lente è di plasma. Il plasma è tenuto insieme da un magnetismo incredibilmente forte. Oh, ed è freddissimo.
 Quando svilupperete la cosa, vi concentrerete su di essa ed elaborerete gli aggiustamenti al magnetismo che creano coerenza al plasma, sarete avanti di un passo nell’astronomia – una rivoluzione e una rivelazione. La fisica cambierà; la vostra realtà cambierà; e vi dirò perché. Quando si osservano le cose interdimensionali, una delle cose inaspettate che vedrete è la vita! La vita si mostra tramite la forza vitale. Potete guardare [usando un filtro] in una galassia e vedrete della vita intorno alle stelle che brillano in essa! Che ne dite di questo? E ne saranno tutti terrorizzati. [Risata]. E’ inevitabile, sapete?

2 commenti:

Morgana ha detto...

Olá Eliude!
Adorei o seu blog, estarei sempre por aqui!.Abraços!

Eliude Santana ha detto...

Obrigada querida. Sinta-se à vontade. E' sempre um prazer.
Abraços