ES2

venerdì 24 marzo 2017

Ci furono altre quattro Civiltà Umane, prima di noi!

Osservate le vostre reazioni a ogni episodio della giornata, osservate le vostre convinzioni. Interrogatevi! Siete disposti a mettere in discussione le vostre convinzioni? Se la risposta è negativa, allora siete pieni di preconcetti e reagite meccanicamente. Anthony de Mello
Ci sono aspetti, nella storia delle cose, dei fatti, delle vicende passate che per anni e secoli sono stati tenuti nascosti. Magari per convenienza politica, oppure per ragion di stato, o anche semplicemente perché, dopotutto..., la storia viene spesso raccontata soltanto dal vincitore. “Il Viaggio nella storia” - web
La Storia Sconosciuta dell'Umanità - Istanbul, Turchia - 11 aprile 2015
Voglio raccontarvi una storia mai raccontata, una storia non conosciuta.
Sta per essere scoperta una storia molto antica. Queste scoperte porteranno domande senza risposta sull’umanità del passato.
Ho detto molte volte che la storia dell’umanità è molto lunga. Alcuni di voi credono che la culla della civiltà, i semi, gli albori siano incentrati in luoghi come la Valle dell’Indo (antico Pakistan, India, Afghanistan). È lì che è stata trovata una civiltà antichissima. Eppure, quella è solo la storia di quella fase della civiltà. Voglio spiegarvi una cosa.
L’umanità ha avuto cinque inizi. Intendo dire che la civiltà umana è emersa, si è sviluppata e si è quasi estinta quattro volte prima della vostra. Voi vi trovate nella civiltà numero cinque. La vostra ha circa 10.000 anni, perciò quando celebrate quella che ritenete essere la vostra storia, in realtà si tratta dell’ultima, la numero cinque. Pensateci! Ci furono altre quattro civiltà Umane, prima di voi. C’è un motivo per cui ve lo dico. Voglio che sappiate che c’è più storia di quanta crediate.
Esiste una razza dell’umanità che è sopravvissuta a tutte e cinque le fasi della civiltà! Gli Aborigeni hanno più di 40.000 anni, eppure la vostra storia risale solo a 10.000 anni fa. Allora, ho una domanda per voi: dove eravate 20.000 anni fa? Ci avete mai pensato? I vostri libri di storia non riportano alcuna cronaca antecedente ma proprio qui, indipendentemente da quello che dicono gli storici, è successo parecchio, prima di quello che vi è stato detto essere “l’inizio”.
Voglio parlarvi delle civiltà nelle prime due fasi. Non troverete mai prove inconfutabili di quei tempi sulla Terra, eppure, ciascuna di esse, durò circa 10.000 anni. Allora c’erano meno umani, i quali ebbero un minore impatto sul pianeta e l’erosione ha cancellato quasi del tutto le prove della loro esistenza e di ciò che lasciarono.
L’umanità non ebbe inizio in un unico posto. Gli Aborigeni non sono i primi nella storia dell’esistenza Umana. Soltanto, sono rimasti molto isolati e, quindi, potete studiare la loro storia in un unico luogo, fin dall’inizio, come una capsula temporale. In Europa fu diverso e la diversità, qui, creò molto più sviluppo e interazione fra i gruppi. Creò anche situazioni che ribaltarono diverse volte la storia.
Voglio che ascoltiate questo: la vostra anima non iniziò 10.000 anni fa. Neanche per sogno! Voi siete anime molto vecchie. Tutto ciò che sapete oggi di questa zona, sono i confini attuali e gli attuali nomi delle nazioni. Un tempo, la Grande Persia aveva dei confini molto diversi che cambiavano di continuo, e nomi diversi. Ma non avvenne nelle fasi di civiltà uno e due, perché furono brevi.
L’umanità pose fine alle sue fasi precedenti per molteplici ragioni. Non vi siete mai autodistrutti, però ci siete andati vicino. Non fu Gaia, la Terra, a esserne responsabile, fu sempre la coscienza Umana. L’umanità doveva crescere come crescono i bambini, aveva bisogno di molte fasi. I pensieri raffinati che avete oggi riguardo alla società organizzata e ai sistemi della spiritualità, richiesero molto tempo per svilupparsi. La coscienza più bassa fu il motivo della fine delle altre fasi. Non riuscivate ad andare d’accordo. Quando le popolazioni sono numericamente piccole e concentrate, è facile capire come le malattie provocate dalla guerra e dalla malnutrizione possano colpire un villaggio e uccidere quasi tutti. A quei tempi le malattie erano un vero mistero e alcuni credevano che fossero procurate dalla magia, il che le rendeva ancora più spaventose.
Ora, mi rivolgo al gruppo di fronte a me (in Turchia), di voi non ce n’erano tanti, rispetto a oggi, ma qui voi c’eravate davvero! Voi siete stati qui durante tutte le fasi! Tu, vecchia anima, eri su questa terra! Luoghi lontani come la Bosnia, la Croazia, la Serbia, fino a quelle che oggi chiamate Persia, Turchia, Siria e Iran, erano considerati tutti un solo luogo! Pensateci adesso, dato che è una storia precedente a 10.000 anni fa, quella di cui vi parleremo tra un attimo.
La fase storica numero tre sarà altrettanto difficile da dimostrare, perché gli Umani non costruirono grandi strutture. Non era intuitivo farlo, allora. Ciò che gli Umani facevano, nelle fasi uno, due e tre, era seguire l’istinto di ciò che vedevano intorno a loro. Il regno animale non costruiva delle strutture per viverci dentro. Gli animali si spostavano seguendo le stagioni. Non rimanevano mai a lungo nello stesso posto. Quindi, per gli Umani era simile. Non c’era l’agricoltura, allora. Che ci crediate o no, gli Umani non piantarono mai nulla fino alla fase quattro. Quello che oggi ritenete intuitivo e normale non rientrava nel loro modo di pensare. Si spostavano sempre con le stagioni. Tornavano anche sempre negli stessi posti nel corso degli anni. Mangiavano quel che c’era, guidati dalle condizioni meteorologiche e dalle risorse per vivere.
La coscienza bassa crea la distruzione della civiltà
Questo finiva, inevitabilmente, in lotte territoriali per l’acqua e i territori di caccia, dove prevaleva il pensiero immaturo e, alla fine, si arrivava a uccidere. A quel tempo, avevate lo stesso aspetto di oggi. Non eravate uomini delle caverne, ma avevate una coscienza molto bassa – intelligenza, sì, ma con una consapevolezza minore. C’erano sempre lotte di potere e la coscienza immatura non crea quasi mai la strada verso la tolleranza. Credo che lo capiate, perché persino nella vostra attuale cultura moderna ne avete visto degli strascichi, nella Seconda Guerra Mondiale. La coscienza bassa crea la distruzione della civiltà. Questo è il cambiamento determinante di cui parliamo in questa nuova era di evoluzione dell’Umano.
Ci vollero quasi 30.000 anni, prima che raggiungeste la fase quattro e iniziaste a essere più raffinati nel vostro pensiero comunitario. Costruivate strutture molto grandi e alcune di esse erano centralizzate e raggruppate in città-stato. Vi eravate stanziati e dovevate raccogliere le risorse per immagazzinarle. Quindi la fase quattro, si posiziona a circa 20.000 anni fa. Pensate un attimo: che cosa succedeva, nel frattempo, al popolo aborigeno? Niente! Loro rimanevano gli stessi. Nessuno entrò in contatto con loro. Non incontrarono mai nessun altro, quindi ebbero una civiltà che rimase stagnante, ma profondamente coerente. È documentato.
L’umanità è qui da più di 40.000 anni
Parlo di questo per darvi la prova che l’umanità è qui da 40.000 anni o più. Ci sono dei luoghi, su questo pianeta, in cui c’è la prova di 60.000 anni di esistenza della vostra specie Umana. Eppure, la vostra storia europea ha soltanto 10.000 anni! Non ha senso. Dov’eravate 20.000 anni fa? La risposta è in una storia che state per scoprire.
Una caratteristica della nuova energia di questo pianeta è un’Akasha che si risveglia. State cominciando a ricordare gli albori, forse riguardo ai nodi della Terra o magari, semplicemente, della vita. Le case d’origine dei Pleiadiani sono dove ebbe inizio la civiltà (I Nodi e i Punti Nulli del Pianeta). Uno di questi si trova anche qui vicino, mentre vi parlo (il Monte Ararat, un Punto Nullo). Voi siete parte di questo puzzle della Terra da molto più tempo di quanto pensiate.
Fase numero quattro - Ci sono importantissimi archivi di civiltà del passato ancora sconosciute
Voglio parlarvi della fase della civiltà numero quattro, perché state iniziando ora a scoprirla. Nelle zone che ho appena menzionato c’è moltissimo da scoprire e per voi sarà un tale mistero da dover riconsiderare l’idea stessa di quello che è successo.
Molti di voi qui in sala, non hanno idea di quello che si trova sotto i vostri piedi. Ci sono strati e strati di civiltà, non solo degli ultimi 10.000 anni. È interessante il fatto che, a livello politico, in questo momento sul pianeta questa [la Turchia] sia una delle poche nazioni di questa area che vi lascerà scavare e trovare quel che c’è! Quasi tutti gli altri paesi che ho menzionato prima hanno qualche problema, o non hanno le risorse o il sistema di credo che lo permette. Ciò per ora impedirà le scoperte più rilevanti, ma non in questo luogo.
Ci sono misteri importanti e cose grandiose da scoprire, miei cari e, quando lo farete, saprete che si tratterà di storia non riconosciuta! Quando inizierete a trovare manufatti di storia della fase quattro, vedrete che saranno ben diversi da qualsiasi cosa risalente agli ultimi 10.000 anni e risaliranno a un’altra coscienza e a un diverso stile di costruzione. E se vi dicessi che alcuni “risuoneranno” nella vostra Akasha? E se vi dicessi che tu ne hai costruiti alcuni?
Ora, come dirvi queste cose senza che sembrino molto strane? Nel corso di migliaia di anni, l’umanità è cresciuta come crescono i bambini, con un lento cambiamento della coscienza. Vi sto dando delle informazioni con le quali nessuno storico sarà d’accordo. La maggior parte delle autorità ritiene che la natura Umana sia sempre stata la stessa. Non è vero. È solo la natura Umana degli ultimi 10.000 anni che voi riconoscete o con cui vi relazionate. Nella fase quattro era molto diversa.
Ci sono importantissimi archivi di civiltà del passato, a voi sconosciute, situati proprio sotto i vostri piedi. Ci sono luoghi nei quali non avete ancora guardato, compresi quelli al largo delle coste dei vostri oceani. Quando li troverete, i vostri orizzonti si espanderanno, forse, di quanto a lungo abbiate avuto una civiltà molto importante, qui. Ci sono pochissimi posti, sulla Terra, in cui posso stare seduto a dire queste cose. Voi, qui, avete una storia grandiosa e alcuni di voi lo scopriranno nel corso della propria vita. La tecnologia in arrivo rivelerà cose che non avete mai visto, in luoghi in cui non avreste mai cercato o in cui non vi è stato permesso di farlo. Ciò che troverete sarà un mistero e gli archeologi si gratteranno il capo. Ci saranno statue e immagini che non avete mai visto prima. Ci saranno delle scritte sui muri che faranno riferimento ai cieli e voi penserete semplicemente che si tratti di astrologia. Non è così. Oh, è qualcosa di completamente diverso!
L’astrologia è una delle scienze più antiche del pianeta, ma non ha più di 12.000 anni, perché è un sistema elegante e doveva essere sviluppato da Esseri Umani consapevoli, nella vostra storia. Ci saranno scritte sui muri e immagini che non riconoscerete. Alcune saranno molto misteriose, con teste dalla forma allungata. Forse penserete che siano raffigurazioni di Umani con dei cappelli particolari, ma non è vero. Adesso vi dirò un modo per identificare la fase quattro. È qui, sotto i vostri piedi, in attesa che la scopriate.
Capite che cosa vi sto dicendo? Siete antichi. Questa è la culla dell’umanità. Nelle zone che ho menzionato all’inizio hanno avuto inizio più civiltà che in ogni altro luogo del pianeta. Queste civiltà sono più profonde di quanto sappiate. Molte di loro non sono nemmeno conosciute dalla vostra storia, ciò nonostante voi eravate qui e le avete vissute.
La Griglia comunica con noi
Ora, vi ho già parlato della Griglia Cristallina del pianeta. È una griglia esoterica che ricorda gli eventi e la coscienza dell’umanità. È complessa. Pensatela così: qualsiasi cosa facciano o pensino gli Umani, la Griglia Cristallina, che ricopre il pianeta, se lo ricorda. Si chiama Griglia Cristallina, perché conserva la vibrazione dell’umanità. Più civiltà ci sono in un luogo, più ricordi ci sono di ciò che è successo lì.
In che modo posso dirvelo? Avete idea di quanto siete vecchi? Avete idea di quanto sia profonda l’impronta che avete lasciato su questa Griglia? Siete arrivati qui forse 30.000 anni fa. Vecchia anima, tu hai ancorato questo territorio. Questo suolo ti appartiene, hai cresciuto una famiglia dopo l’altra e hai combattuto una battaglia dopo l’altra, proprio qui! Questo ha molta importanza riguardo all’impatto nella nuova energia. Ascolta questa logica spirituale: coloro che qui hanno gettato le fondamenta, che fondarono una civiltà dopo l’altra, che crebbero una famiglia dopo l’altra, saranno coloro che si risveglieranno naturalmente e la cambieranno. Voi siete gli sciamani del passato. Siete voi, quelli. Non lo sentite? La Griglia comunica con voi, si ricorda di voi.
Sulla Turchia soffia un vento che inizia a cambiare le cose. L’avete sentito? Alcuni di voi ne hanno paura. È in atto un risveglio, qui, proprio come nei paesi circostanti. L’Akasha si sveglia e alcuni di voi sono consapevoli del cambiamento, ma non sapete perché stia succedendo.
Soffia un nuovo vento spirituale, in Turchia. C’è tolleranza, in Turchia. In alcuni giovani c’è un risveglio che non vi aspettavate. C’è chi non vuole alcun cambiamento, in Turchia. C’è chi ha interesse nelle vecchie modalità di questa zona, che lotterà per mantenere ciò che è vecchio. Non vogliono entrare in nessun tipo di nuova energia, mai! Sono in molti e vorrebbero mettervi paura. Miei cari, non ce la faranno! C’è un risveglio della luce e una nuova coscienza, qui, che rappresentano quelli che hanno 30.000 anni e sono pronti per il cambiamento! Sto parlando di voi.
Voi possedete il terreno, gli alberi e anche gli animali vi conoscono. I saggi, i guardiani della natura, vi conoscono. I portali multidimensionali di cui conoscete l’esistenza, vi conoscono. Siete voi che illuminerete questo luogo.
Il vostro passato sarà riscoperto, qui, e la prova sta già per essere svelata. Qui c’è una storia che nessuno conosceva, a parte voi nella vostra Akasha.
Vecchia anima, tu hai una saggezza che può portare quest’area a essere un luogo magnifico. Non essere impaziente. La coscienza Umana è lenta a muoversi, ma lo sta già facendo. Non essere uno di quelli che vuole tornare alle vecchie modalità. Riconosci il saggio dentro di te, che sa perché sei venuto.
Tutte le profezie degli indigeni stanno avvenendo e si stanno avverando adesso e coloro che si risvegliano per primi a queste profezie sono le vecchie anime. Non avete tempo, non avete anni per scoprire queste verità, avete necessità di accettare, avete necessità di uscire dalla scatola di ciò che vi è stato insegnato. Usate il vostro discernimento e risvegliatevi a ciò che gli antichi sapevano: Dio vi ha trovati.
C’è una grandissima speranza per questo pianeta e deve cominciare dalle vecchie anime. Voi siete i vostri stessi antenati, voi siete gli antichi. Entrate dentro di voi e cominciate a trovare conferme di ciò che vi sto dicendo ora. Rompete e superate le barriere dello scetticismo e del pregiudizio, ed entrate a far parte della nuova umanità, una nuova umanità che creerà nuovi paradigmi di esistenza. Compassione, amore e logica spirituale nella storia cominceranno a fare la differenza nella verità della storia. Voi sarete tra coloro che la riscriveranno, voi sarete i nuovi esseri umani sul pianeta.
Conosco chi è qui, conosco il problema che portate con voi, conosco i vostri desideri, per i quali avete fatto richieste. Vorrei dirvi una cosa: voi potete creare la soluzione a tutte queste cose. Tutto comincia dal vostro sistema di credenze, non con il processo, non con un libro, ma dentro di voi.
Kryon








Nessun commento: