venerdì 24 febbraio 2012

Prometto che non mangerò mai più carne!



“Io non mangerò mai più carne finché il mondo esiste”. I Cor. 8:13.

Molti studi di anatomia comparata affermano che l’uomo non è carnivoro, ma la sua costituzione è adatta a mangiare solo frutta, semi, cereali e ortaggi. Abbiamo nella saliva la ptialina che serve a predigerire amidi e cereali; i nostri molari piatti sono simili a quelli degli erbivori e servono per sminuzzare e macinare verdure, semi e cereali; e il nostro intestino inoltre, è lungo molti metri, mentre l'intestino dei carnivori è molto più corto, in modo da espellere la carne prima che inizi il processo di putrefazione: che avviene nel NOSTRO INTESTINO.
Esposti al sole una fetta di carne o un pesce a una temperatura di 30 o 35 gradi, vanno in putrefazione rapidamente e la stessa cosa avviene nel nostro intestino, dove la temperatura è di 37° C. La carne, scendendo nello stomaco e nelle budella dell'uomo, è come se giacesse sotto il sole estivo al margine della strada, e ciò di certo causa danni maggiori di quanto sia mai stato detto o scoperto. 
Uno dei prodotti della carne decomposta è l'urina, e non ha importanza se la carne si è decomposta nello stomaco, nella pentola o dal macellaio. I prodotti secondari della carne decomposta passano nel sangue dei consumatori di carne, e devono essere filtrati ed eliminati dai reni come uno scarto velenoso, che serve solo ad indebolire il corpo e a logorare i reni, portando al morbo di Bright e ad altre malattie renali.

In passato, si riteneva che la carne fosse necessario per produrre sangue. Oggi sappiamo che la frutta fresca, le bacche, verdura e frutta, forniscono un materiale molto meglio di una bistecca.
Il brodo di manzo, è stato a lungo considerato come un tonico e stimolante, indispensabile per molti pazienti. Oggi, sappiamo che è esattamente l'opposto. Secondo un esponente della medicina francese, il brodo di manzo è una «vera soluzione di veleni." Il dottor Austin Flint, del Bellevue HospitalCollege, uno dei medici più importanti negli Stati Uniti, ha fatto una analisi chimica del brodo di manzo e ha scoperto che il risultato è stato praticamente uguale a un’analisi dell’urina. E ovvio che questo sia così perché il brodo di manzo, di pollo e gli estratti di tutti i tipi di carne sono dei veri e propri tessuti disintegrati, preparati artificialmente, proprio come l'urina, che è composta di tessuti disintegrati, prodotti dal metabolismo del corpo. Il brodo di manzo, perciò, è un veleno che intossica. Non ha proprietà nutrizionali e non ha la capacità di aiutare i pazienti deboli o i convalescenti.

Una dieta di carne magra è stata a lungo considerata benefica nel casi di obesità. Ora è noto che in simili casi di anormalità c'è una tendenza a sviluppare il diabete, e questo aumenta mangiando la carne. Commentando i pericoli nel mangiare la carne magra, Hindhede disse: “Noi abbiamo provato anche a vivere di sola carne. Ma dopo esserci nutriti di carne magra, cotta o arrostita, tre volte al giorno, In soli tre giorni stavamo così male che nessuno di noi volle continuare. Quale fu la causa? Dunque, quando gli intestini sono pieni di carne magra, il risultato è la putrefazione, che si manifesta in diarrea e feci maleodoranti. Attraverso questo processo sono probabilmente prodotte delle tossine, che una volta assorbite, causano un avvelenamento. Una dieta di sola carne magra è velenose per l'uomo, non ci sono dubbi su questo. Ciò che è stato detto sulla carne è valido anche per le uova e in parte per il latte”.

L'estrema avversione che alcuni adulti e molti bambini mostrano nei confronti della carne di ogni tipo, è attribuita da Fitch ad una tendenza atavica, cioè alla sopravvivenza dell'istinto primitivo dei nostri antenati preistorici che non mangiavano carne  (JHKelog)

E' stata notata l'enorme quantità di morti in America dovuta al morbo di Bright. Non ho più dubbi che la dieta ricca di carne rovini i reni, specialmente considerando gli esperimenti dei dr. Newburgh, i quali provano che possiamo, con certezza matematica, produrre il morbo di Bright anche nei topi, mettendoli a dieta con molta carne” - (M. Hindhede, M.D., Commissario della Sanità in Danimarca)

Il 75% delle malattie più terribili di cui soffriamo, sono in pratica avvelenamenti causati da cibi non naturali. La natura dice, in un modo che non può essere frainteso, che l'uomo è un animale frugivoro e non carnivoro. - (Alexander Haig M.A.,F.R.C.P.).

Bouchard ha scoperto che con l'aggiunta di carne nella dieta, la tossicità della urina  aumentava del 50% e se la dieta consistesse interamente di carne, la tossicità aumentava del 400%. Sterling ha scoperto che mangiare carne, aumentava il contenuto di acido urico della urina di 3-10 volte. Ed è bene ricordare che l'acido urico, in combinazione con altre tossine, è considerato da molti ricercatori, la sostanza più attiva tra tutte quelle che producono le malattie.

La carne si decompone nel tratto digestivo, e il veleno risultante viene assorbito, contaminando il sangue, e questa è la principale causa che predispone al cancro e altre malattie.
Un tempo si supponeva che la carne fosse particolarmente salutare nella cura della tisi. Qualche anno fa un tedesco entusiasta fondò un'istituzione col proposito di nutrire i tisici esclusivamente con la carne, usando principalmente carne cruda. L'iniziativa fallì in sei mesi. 

Le autopsie eseguite al Phipps Institute di Philadelphia, hanno dimostrato che, in centinaia di casi, l'86% dei pazienti affetti da tisi avevano anche i reni malati, e in uno stadio abbastanza avanzato. L'indebolimento dei reni è, infatti, fra la cause più comuni di morte nella tubercolosi polmonare. Ed è sempre la carne ad essere in genere responsabile dei morbo di Bright e di altre disfunzioni renali.

Qualche anno fa uno specialista dello stomaco fece trasalire il mondo della medicina affermando che "l'ulcera dello stomaco è una malattia di chi mangia la carne”. Il cancro dello stomaco e degli intestini ha origine dalla stessa causa - quando non è prodotto dalla vaccinazione o dalla inoculazione. 

Molti studi sperimentali hanno indicato che mangiare carne causa la nefrite cronica. Newburg Professor all’Universityof Michigan, ha detto che il 20%, della proteina di carne, è sufficiente per danneggiare i reni.

Moore mostrò che un pasto di proteine causa un sovraccarico di lavoro per il cuore – aumenta i battiti cardiaci dal 25 al 50% sopra il livello rispetto al digiuno - che è paragonabile, in estensione, all'attività totale del cuore di due o tre ore; ciò ha portato Moore ad affermare che una dieta con molte proteine è incompatibile coi riposo cardiaco.

Molte persone credono che per avere forza e vigore è necessario mangiare carne rossa ma i buoi e gli elefanti prendono laloro grande forza e il sangue dall'erba e dalle foglie, ricche di vitamine, di calcio, di ferro e di altri sali minerali.

Le esigenze dell'ultima guerra sono servito a dimostrare il valore di una dieta poco proteica. Maiali e bestiame furono uccisi in Europa con lo scopo di conservare le provviste di cibo, e le popolazioni si nutrirono per un certo periodo soprattutto di frutta e verdura. Il risultato fu una riduzione di un terzo della mortalità, oltre a una grande riduzione delle malattie. Alcune malattie come il diabete, l'obesità, la gotta, i disturbi digestivi, i problemi dei fegato e dei reni e altre malattie dei l'alimentazione sparirono quasi completamente. 

Metchnikoff, dopo una vita di studi sull'argomento ha dichiarato che la putrefazione alimentare sia responsabile della morte prematura, che è causa di tutte le malattie, perché questi pericolosi veleni passano dal canale alimentare nella linfa e nel sangue, e da questi sono condotti in tutto le parti dei corpo.

Da leggere: "L'intelletto Programmato" Libro "Dio è Quantico ed è nel DNA  - Rivelazioni"

D'altronde, gli animali più forti e resistenti in assoluto sono vegetariani (gorilla, cavallo, mulo, bue, ecc.), i più longevi sono vegetariani (elefante, tartaruga), i più prolifici sono vegetariani (toro, stallone, coniglio), gli animali più pacifici sono vegetariani… perché non li imitiamo?

 “Il cibo animale, l'abuso del quale si fa ogni giorno più grande, non è un cibo in nessun senso, ma un veleno continuo". (Prof. Dr. Huchard). 
Se non fosse per la carne, noi dottori avremmo poco da fare. - (Dr. Allison, esperto in alimentazione).

Nessun commento: