mercoledì 2 dicembre 2009

Il Sesso è Sacro! - Parole di Dio




Il più antico testo di erotismo sacro ebraico-cristiano, disponibile a tutti, è il  Cantico di Cantici

Spiegato dai commentatori come l'amore tra Dio e Gerusalemme, non risente degli effetti sessuofobici devastanti che la credenza in un peccato originale ha lasciato sulla successiva interpretazione teologica cattolica.


“Mi abbeveri di baci la tua bocca, perché il tuo amore inebria più del vino.»; «Portami nella cantina. Piantami il tuo stendardo, amore. Con dolci d'uva e con mele sostentami risuscitami. Muoio d'amore.»; «Le tue labbra sono un filo scarlatto, desiderabile è la tua bocca [...] Mi travolgi la mente, sorella mia e sposa. Mi travolgi la mente. Con un solo sguardo, con una sola collana del tuo collo. Meravigliose le tue carezze sorella mia e sposa. Più del vino meravigliose. E l'odore che emani supera ogni profumo. Favi colanti le tue labbra oh sposa. Miele e latte nella tua bocca. Come un Libano di aromi delle tue vesti l'odore. Tu sei l'Oasi sprangata, Sorella mia e sposa. La Sorgente Turata, la Fonte Sigillata. I tuoi scoli sono un Giardino Paradisiaco di melograni, di hennè di nardo di frutti preziosi. [... ]riflessioni.it


Tratto dal dialogo tra Neale Walsch e Dio, nel libro: “Conversazione con Dio 1”
O sexo é sagrado - Palavras de Deus - Português

N.Walsch: Perché hai fatto del sesso un'esperienza umana così bella, così spettacolare, così potente, se tutti noi ci dobbiamo poi tenere lontani da esso quanto più possiamo? Che cosa ci offre? Fare sesso è una buona cosa? Quanto a questo, perché tutte le cose piacevoli sono immorali, illegali o fanno ingrassare”?

Dio: “Non c'è dubbio che il sesso sia una buona cosa. Se non avessi voluto che praticaste taluni giochi, non ve ne avrei forniti i mezzi per farlo. Procurate ai vostri figli cose con le quali non volete che giochino? Giocate con il sesso. È un divertimento meraviglioso. Ma proprio perché è il più grande divertimento che potete trarre dal corpo, che parlate di esperienze strettamente fisiche. Comunque, non distruggete l'innocenza sessuale e il piacere e la purezza del divertimento, della gioia, lasciando da parte il sesso. Non servitevene per ottenere il potere o per scopi nascosti; per la gratificazione dell'ego o per dominarlo; per qualsiasi proposito al di fuori della pura gioia e della più intensa estasi, donata e condivisa -che costituisce l'amore,e quell'amore creato di nuovo -che è una nuova vita! Non ho scelto una maniera deliziosa per moltiplicarvi? Il sesso è gioia, e molti di voi hanno fatto del sesso le cose più disparate a esclusione della gioia. Il sesso, inoltre, è sacro. Ma la gioia e la sacralità si mescolano (sono, in effetti, la stessa cosa), e molti di voi pensano che non sia così. I vostri atteggiamenti in merito al sesso costituiscono uno specchio dei vostri atteggiamenti nei confronti della vita. La vita dovrebbe essere una gioia, una festa, e si è trasformata in un'esperienza di paura, di ansia, di «non-basta-mai», di invidia, di rabbia e di tragedia. Lo stesso può dirsi del sesso. Avete represso il sesso, addirittura come avete represso la vita, invece di esprimere Voi Stessi con abbandono e gioia. Avete coperto di vergogna il sesso, così come avete fatto con la vita, definendolo peccato e vizio, invece che il più alto dono e il più grande piacere.Prima che tu ti metta a protestare dicendo che non avete coperto di vergogna la vita, prendi in esame le vostre collettive abitudini a questo riguardo. I quattro quinti della popolazione mondiale considerano la vita una prova, una tribolazione, un periodo di verifica, un debito karmico che deve essere pagato, una scuola con severe lezioni da apprendere, e in generale un'esperienza da sopportare aspettando la vera gioia, che arriverà dopo la morte. È una vergogna che un così gran numero di voi debba pensarla in questo modo. C'è poco da meravigliarsi quindi del fatto che abbiate considerato peccaminoso proprio l'atto che crea la vita.L'energia che sottolinea il sesso è l'energia che sottolinea la vita; ed essa è la vita! Il senso di attrazione e il desiderio intenso e spesso incalzante di incontrarsi, di unirsi, costituisce la dinamica essenziale di tutto quello che vive. L'ho instillata in ogni cosa. È innata, inerente, interna a Tutto Ciò Che È. I codici morali, le costrizioni religiose, i tabù sociali e le convenzioni emotive che avete posto a circondare il sesso (e a proposito, a circondare l'amore e tutto nella vita) hanno reso in pratica impossibile per voi celebrare la vostra esistenza.Fin dall'inizio dei tempi tutto quanto l'uomo ha sempre desiderato è stato di amare e di essere amato. E fin dall’inizio dei tempi l'uomo ha fatto tutto quello che era in suo potere per rendere impossibile il realizzarsi di tale desiderio. Il sesso è una straordinaria espressione d'amore, l'amore per un altro, l'amore per Se Stessi, l'amore per la vita.

Dovrebbe piacervi, quindi! (E vi piace, solo che non potete confessare a nessuno che vi piace, non osate mostrare quanto vi piace, o diranno che siete pervertiti. E invece è questa idea a essere pervertita.) Se vuoi prenderemo il sesso in esame più da vicino; esploreremo le sue dinamiche con maggiori particolari perché questa è un'esperienza dalle vaste implicazioni. Per ora, e per te personalmente, sappi soltanto che non vi ho dato niente di vergognoso, e meno di ogni altra cosa proprio il vostro corpo e le sue funzioni. Non è necessario nascondere il corpo o le sue funzioni, né l'amore per esse e degli uni per gli altri. I vostri programmi televisivi non si preoccupano di mostrare la più scoperta violenza, ma evitano di mostrare allo scoperto l'amore. L'intera vostra società rispecchia tale priorità.

Nessun commento: