martedì 8 marzo 2011

La Materia Oscura! Ma che cavolo è mai quello?


Gli scienziati stanno cercando, da una vita, di vedere cosa c’è in quella roba che chiamano materia oscura, che pervasa e permea tutto nelll’universo, ma ancora non hanno capito un bel niente! 

La Terra sta modificando le sue vibrazioni al rialzo, come dimostra l'innalzamento della temperatura. La vera causa del rialzo delle temperature globali è dovuta all'aumento della frequenza vibrazionale del campo energetico planetario che sta aumentando in maniera esponenziale.  La variazione del flusso magnetico sul pianeta Terra rappresenta un effetto diretto su ognuno di noi perché il magnetismo terrestre parla al nostro DNA. Con queste modificazioni, l’essere umano sta diventando interdimensionale. 
Cosa significa?
Significa che stiamo per vedere cose nuove la dove abbiamo sempre guardato. Stiamo cominciando a vedere le ombre di un qualcosa che non abbiamo mai visto prima, dove stavamo guardando per anni. E qui non stiamo parlando di fantasmi; stiamo parlando di cose interdimensionali che si potranno vedere - alcune chiaramente, altre no. C’è, veramente, molto di più per vedere di quanto appare nella nostra 4D.

Lo spazio invisibile è pieno zeppo di informazioni!
I mattoni della costruzione fondamentale della nostra realtà esprimono una struttura in cui gli oggetti coinvolti hanno proporzioni tali da essere separati da una distanza impressionante. La maggior parte degli scienziati è ancora molto perplessa al riguardo.  Nella fisica, il micro e il macro hanno molte cose in comune. Anche nella biologia c’è un ordine che segue quello dell’Universo più grande. Nello spazio invisibile tra i protoni al centro dell’atomo e la nube elettronica, in proporzione, è ben lontana. E’ uno spazio pieno zeppo di informazioni! E’ pieno zeppo di fisica! C’è materia che non siamo in grado di vedere; potremmo chiamarne una parte “materia spirituale”. La nostra consapevolezza interdimensionale deve ancora manifestarsi. Noi continuiamo a guardare le cose in modo lineare nella nostra realtà quadri-dimensionale. Così quando diamo un’occhiata alla matematica nel centro dell’atomo, vediamo solamente ciò che le quattro dimensioni ci diranno esserci. Non vediamo quello che c’è in realtà. Un protone, fa un lungo viaggio per incontrare i minuscoli amici, i velocissimi elettroni, che corre in cerchio. Nell’energia della vecchia Terra, non “vedremo” nulla, finché non raggiungeremo, infine, il cerchio esterno dove stanno gli elettroni sfrecciando in circolo. Ora, però, c’è delle energie che circolano sul Pianeta. La nuova energia, che si sta diffondendo ora sulla Terra è formata dallo sviluppo della coscienza umana. Ora, stiamo cominciando realmente a “vedere” qualcosa in questo vasto vuoto del nostro viaggio dal centro dell’atomo verso la circonferenza esterna. Stiamo cominciando a “vedere” le altre dimensioni! All’inizio si mostrano come “ombre” che vibrano. Questa è una traccia data da Kryon, su cosa possa somigliare l’interdimensionalità quando anche la scienza comincia ad affrontarne la visualizzazione. Alcuni di noi stanno già diventando interdimensionali o, almeno, si stano approcciando il tema del “non visibile”.

La scienza comincia a cercare le dimensioni mancanti
L’energia che non si può vedere non può seguire gli stessi paradigmi di quella che si può vedere. Il Reticolo Cosmico – la sostanza intelligente che permea tutti gli spazi vuoti dell’Universo - non è lineare.

Kryon dà una previsione importante: “Gli scienziati cominceranno a comprenderlo su scala più ampia continuando ad osservare l’Universo. Manca qualcosa nelle misurazioni dell’energia di “tutto quello che dovrebbe esserci là” per il moto e il campo di esistenza, quando lo osservate. Allora, cosa manca? Perchè non riuscite a vederlo?
Gli scienziati stanno già postulando l’esistenza della materia oscura. Questa sarebbe materia che non si riesce a vedere, ma che deve esistere per far equilibrare l’equazione dell’energia. Nessuno ha ancora parlato di interdimensionalità, ma lo faranno. Devono farlo, perchè l’armonia della matematica mostrerà probabilmente loro, molto chiaramente, che forse quello che succede nell’Universo sta nell’interdimensionalità. Ciò che manca nei loro calcoli sull’energia è la realtà della materia interdimensionale.”. 
“La scienza comincerà a cercare le dimensioni mancanti per spiegare l’energia mancante! E’ questione di tempo. E’ l’azione di attrazione-repulsione, all’interno dei cambiamenti di dimensione, che fanno fare al vostro Universo quello che fa, e che vi mostrano quello che fa. Molto di quanto continuate ad osservare sono tracce di questa cosa, ma non sono interpretate nel modo giusto. Nelle quattro dimensioni, la vostra fisica è molto logica, ma quando fate un passo fuori dalle 4D e diventate interdimensionali, tutte quelle logiche leggi di fisica cambiano. Ve lo abbiamo già detto, andando sufficientemente nel piccolo, anche le leggi fondamentali della fisica cambiano. La cosa cambia anche quando si raggiungono grandi dimensioni. E cambia anche per la struttura del tempo.”.

Spezzando i paradigmi
Ecco delle affermazioni che sono parecchio stridenti con quasi tutto ciò che abbiamo imparato, e con quasi tutto quello che ci è stato dato quale principio di come funzionano le cose: 
“Uno dei postulati del vostro pensiero scientifico moderno: la velocità della luce è un valore assoluto e tutto, in termini di velocità, viene misurato rispetto ad essa, poiché è la cosa più veloce che voi potete vedere e misurare. E’ diventato un valore di misura nell’astronomia ed uno standard di misurazione. L’idea che il “tempo” sia variabile (e lo è) dipende pure dalla velocità con cui viaggiate. Tutto questo è diventato la vostra realtà usando questo numero magico: la velocità della luce. Tenete gli occhi aperti: succederà. Sta per arrivare il tempo in cui si riconoscerà che anche la velocità della luce è variabile! La realtà è, infatti, che essa è diversa nell’Universo ovunque, a secondo delle caratteristiche d’interdimensionalità del punto in cui viene misurata. Ci sono molte velocità della luce ed essa dipende da dove vi trovate e da cosa state osservando.
Quando gli strumenti dei vostri astronomi miglioreranno la loro visione (strumenti più moderni), sarà allora che dovrete cambiare le ragioni sottostanti ciò che vedete. Cercate i principi delle aree multidimensionali nello spazio ed anche i postulati della luce che cambia la sua velocità da un luogo all’altro, secondo la formula di realtà circoscritte, specialmente riguardo la struttura temporale. Questo comincerà a spiegare anche perchè non c’è stato nessun big bang ma, invece, un “grande dispiegamento”. Vi chiedo, nuovamente: quando delle cose invisibili diventano visibili, significa che prima di essere viste non esistevano? Pensateci.

La vostra scienza ha postulato che quando viaggiate quasi alla velocità della luce, il vostro tempo cambia. Allora ragionate al contrario: cosa accade, invece, alla velocità della luce quando modificate il vostro tempo? Funziona in entrambi i sensi, ed il magnetismo e la gravità giocano un ruolo nella modificazione del tempo.
Nel 1989 dicemmo che la griglia magnetica della Terra sarebbe cambiata, e così è stato. Nel 1989, abbiamo detto che in futuro, il potenziale della Terra era di subire consistenti mutamenti del tempo atmosferico. Li avete visti? La vibrazione del pianeta è molto diversa da quella del 1987.
L’Essere Umano l’ha sentito, la Terra lo sta mostrando fisicamente, ed eccovi qui in una struttura temporale diversa da quella in cui siete cresciuti. Non siete consapevoli che per voi la velocità della luce è cambiata, vero? Lo è. Questo è quello che accade quando un pianeta (e tutto intorno a lui) ha una vibrazione più elevata. Tutto il visibile e l'invisibile vibra in una determinata frequenza perché è energia.

Il potenziale della scienza è quello di iniziare ad avere una nuova comprensione della relatività... che vada oltre ogni cosa postulata in passato. Comunque, se tutto è relativo riguardo ad un’altra cosa, allora dov’è la costante? Deve essercene una che faccia tirare un sospiro di sollievo ad uno scienziato saggio nel sapere che questo grandioso progetto non è dovuto al caso. C’è una costante, e si chiama l’energia dell’Amore di Dio. Scopritela!

Qual è la forma dell’Universo?
La forma dell’Universo, nella vostra dimensione, assomiglia ad un toroide. Ora, per chi di voi non sa cos’è un toroide, è una forma che assomiglia alla camera d’aria di un pneumatico o ad una ciambella. All’interno di una forma toroidale 4D, ci sono relazioni matematiche specifiche. Queste relazioni hanno a che fare con l’efficienza e la distanza, e siete anche sul punto di trovarle (relazioni e forme toroidali) nel vostro DNA. Questo solo per dire che in natura, il macro è simile al micro, quando lì si osservano. Non è una coincidenza. Vi sollecitiamo a studiare il perchè.

La luce non viagia in linea reta como si pensava
L’Universo come lo conoscete è incollato all’interno e all’esterno di questo tubo toroidale. Voi guardate fuori e vedete l’Universo secondo una forma che si adatta alla vostra aspettativa della realtà. Non vedete le curve, poiché si presume che la luce viaggi in linea retta. Non lo fa... non lo ha mai fatto. In un paradigma interdimensionale, potreste osservare come la luce proveniente da un oggetto vi viene incontro con un percorso contorto e circonvoluto, ma all’interno della vostra realtà 4D, giurereste che va “dritta sparata” verso l’oggetto, perchè questo è quello che vi aspettate di vedere. La verità si trova entro un ambito di realtà estranea a ciò che vi aspettate o che avete sperimentato, così è arduo descrivervela.

Per capire l’Universo, fuori della logica
Descriveremo come funziona, ma voi non lo comprenderete. 
Alcuni di voi conoscono le caratteristiche della striscia di Mobius. Ne abbiamo parlato in passato. Una striscia di Mobius è un nastro ma tagliato e reincollato dopo avergli fatto fare una mezza torsione. Questo crea una situazione interessante. Se considerate il nastro come una strada, potete viaggiare su questo nastro e camminare e camminare, e probabilmente camminare sopra quelle che erano entrambe le superfici, sia quella esterna che interna del nastro. E’ una figura molto efficace. Questa striscia di Mobius è un fenomeno ben conosciuto nella matematica e nella fisica.

Ora, quello che sto per dirvi non è per nulla logico. Nulla ha senso da adesso in poi, nelle 4D. Non avete mai sentito parlare di un toroide di Mobius, vero? Bene, è esattamente la caratteristica del toroide interdimensionale che è il vostro Universo. La fisica multidimensionale è diversa dalla vostra fisica 4D. Permette porte e vie fuori dal vostro pensiero lineare, e sembra permettere agli oggetti (e alla luce) di essere in due posti allo stesso tempo. Non lo sono, ma quando si elimina il tempo lineare, vi sembra così.
Voi siete abituati alla linearità e ad elementi intorno a voi che si comportano in un certo modo ogni giorno. Nella 4D, non potete avere della materia che passa attraverso la materia. Non potete avere cose unite ad altre cose che “passano attraverso se stesse”. 
La vostra realtà contiene due aspetti che sono fortemente interdimensionali. Entrambe violano le leggi della fisica 4D, solo perchè non sapete ancora quali sono le vere leggi. Questi due sono la gravità e il magnetismo. Non è forse vero che la gravità passa attraverso ogni cosa? Non sembra essere importante ciò che avete, o quale sia l’elemento, la gravità vince sempre [influenza l’oggetto], se lo avete notato. La gravità è una forza interdimensionale che si relaziona al tempo e alla forma dell’Universo stesso.  E’ davvero molto correlata al toroide. Passa attraverso ogni cosa, quasi come se la vostra dimensione fosse per essa invisibile.
 Il magnetismo, per certi versi, fa la stessa cosa. Nella vostra realtà, il magnetismo è alla base di tutte le vostre trasmissioni. Trasmettete su una frequenza magnetica modulata, ed essa passa attraverso edifici, mura, e la maggior parte degli oggetti, ed arriva diretta in casa vostra. Se avete un ricevitore, potete manifestare nella vostra realtà ciò che essa contiene. E’ una cosa interdimensionale, questo magnetismo... proprio come la gravità.

Gli scienziati ancora non capiscono né il magnetismo né la gravità
La vostra scienza non comprende ancora nè l’uno nè l’altra, così applica questi principi a ciò che sto per mostrarvi, metaforicamente. La forma dell’Universo è posta all’interno e all’esterno di un toroide, ma questi sono collegati in un modo che non riuscite a visualizzare nella vostra mente quadri-dimensionale. Voi pensate al vostro Universo come avente le medesime caratteristiche della gravità e del magnetismo, che sembrano in grado di permeare quasi tutto. Con questo in mente, le parti ed i pezzi potrebbero somigliare alla sedia che – chissà come - finisce sul fondo della catasta, anche quando viene messa in cima per ultima. Passa attraverso le altre perchè ci sono delle leggi di fisica interdimensionale che richiedono che trovi la sua vera collocazione universale in base a cose diverse rispetto a quelle che pensate esserci nella linearità 4D.

La vostra scienza e l’osservazione logica vi dicono che voi siete letteralmente a centinaia di milioni di anni luce lontani da un oggetto. Ma questo è un’illusione. Nell’Universo multidimensionale, quello che appare essere un viaggio di 100 milioni di anni luce lineari può essere la porta accanto. La forma dell’Universo è anche curva in modo tale che c’è un modo prevedibile e matematico di passare la “parete” (proprio come fa la gravità), che vi permette di saltare sulle altre parti delle superfici interne ed esterne. L’Universo è un tira/spingi di assestamenti di energia. Crea costantemente se stesso. Non si distrugge mai ma, piuttosto semplicemente, si muove tra le dimensioni secondo una disposizione in cui il tempo, il magnetismo e la gravità richiedono che esso riequilibri se stesso. Ci sono facilitazioni all’interno dell’Universo per togliere e aggiungere materia. Intere galassie sembrano sparire e ritornare (visto da un paradigma ad una dimensione). Lo spostamento dimensionale è quindi il motore del vostro Universo e di tutto quello che al momento vedete nelle vostre 4D. E’ responsabile di quello che percepite essere l’inizio del vostro Universo, benché non abbia nulla a che fare con un bang. Quelli che chiamate buchi neri, che sono presenti nel centro di ogni galassia, fanno parte del motore dello spostamento dimensionale. Sono i portali che aprono le pareti della calza tubolare. Vi abbiamo anche già detto che al centro di ogni galassia ci sono almeno due buchi neri. Sono sempre in coppia, uno tira e l’altro spinge. Solamente uno, comunque, è per voi evidente. L’altro appartiene all’altro lato della parete ed è nascosto. Comunque, lo vedrete presto. Lo spostamento dimensionale è anche il motore del Reticolo Cosmico.

Un’altra indicazione sui meccanismi del vostro Universo. Abbiamo parlato dell’attività dei raggi gamma per almeno un decennio. Vi abbiamo detto di “cercare un’intensa attività di raggi gamma”. Vi abbiamo detto che quando la vedete, sapete che sta avvenendo una creazione - sta accadendo qualcosa di speciale. Ora noi identifichiamo questo come uno spostamento dimensionale. E’ sempre accompagnato da potenti raggi gamma, in modo particolare di intensità estremamente alta. Questa è una caratteristica dello spostamento dimensionale, e vi dice anche che sta accadendo qualcosa. Lo vedete ai bordi della vostra galassia e sapete che là sta cambiando qualcosa. E’ un “mini big-bang”, se volete usare questi vostri termini. Fa parte del continuo cambiamento dell’Universo, che si sta muovendo tra tira/spingi.

Anche se questo sembra essere lontano miliardi di anni luce, non lo è. E’ in realtà nel tuo cortile, ma non corri alcun pericolo di avere un collasso temporale vicino a te, o un nuovo Universo mostrarsi nel tuo sistema solare. La sua fisica lo mantiene separato e nella sua propria struttura temporale. Questo significa anche che il “centro” dell’Universo è dappertutto.
Stai diventando interdimensionale, Essere Umano, perchè hai spostato la tua realtà sul tuo pianeta. Sei la sola creatura nell’Universo nella dualità, ma anche in grado di modificare la dimensionalità del tuo pianeta!
E’ l’unico pianeta in cui gli abitanti possono avere il controllo e cambiare la struttura del tempo della loro realtà e creare veramente uno spostamento dimensionale. E questo fatto, caro Essere Umano, è la differenza tra ieri e oggi.
Ecco dove si trova la Materio Oscura


Nessun commento: